Iscriviti

Il Covid si è indebolito? Cosa ne pensano i virologi

Quali sono le ipotesi che spiegano il minor numero dei contagi? Vi è un contrasto tra il parere di alcuni medici e virologi; tuttavia si possono trovare delle sfumature nell'analisi di questo dibattito.

Salute
Pubblicato il 27 maggio 2020, alle ore 12:14

Mi piace
5
0
Il Covid si è indebolito? Cosa ne pensano i virologi

E’ la questione che tiene banco ormai da diverse settimane quella legata al fatto che il nuovo Coronavirus abbia perso potenza o meno. Il calo dei contagi e degli accessi nelle terapie intensive, senza ombra di dubbio ci lascia tutti quanti ben sperare, ma occorre analizzare il perchè di questa drastica riduzione.

Qui i pareri dei virologi sono contrastanti: c’è chi sostiene che quanto accaduto sia legato ad una mutazione del virus che lo ha reso meno aggressivo rispetto a prima, ma anche di chi la pensa in maniera nettamente differente. Un’ipotesi degna di considerazione è quella che riguarda l’importanza dell’uso delle mascherine che, a parere degli esperti, è stata di fondamentale importanza per ridurre il calo dei contagi, o quantomeno per abbassare la carica virale del virus. Infine vi è un’ulteriore ipotesi: il drastico calo dei contagi non è altro che il risultato delle forti misure adottate dal Governo; ipotesi che trova delle fondamenta nello spiegare il minor numero di contagi, ma che probabilmente non è sufficiente.

Tuttavia, a seguito delle numerose ipotesi, la cosa difficile è capire quale sia la più corretta, alcune delle quali sembrano essere in netto contrasto. In realtà, se si analizza la questione da una prospettiva diversa, si può notare come si possa evidenziare una sfumatura nelle contraddizioni presenti in queste ipotesi formulate dai diversi virologi.

Tuttavia è bene sottolineare come, indipendentemente da una mutazione del virus, gli italiani stanno imparando a conviverci, rispettando le misure di distanziamento sociale e indossando la mascherina quando richiesto.

E’ importante anche che queste regole vengano rispettate dai giovani, perchè il rischio di una seconda ondata è alto e il prezzo da pagare sarebbe troppo alto.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Alessandro Quaglia

Alessandro Quaglia - Difficile capire quale sia la ragione che sta alla base della riduzione dei contagi, almeno in un'ottica di breve periodo. Sarà importante raccogliere sempre più informazioni riguardo a questo virus, in modo tale da fronteggiarlo nel migliore dei modi. Resta sempre aperto il discorso vaccino, che prima del prossimo autunno temo sarà difficile averlo a disposizione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!