Iscriviti

Il "cibo spazzatura" causa crisi d’astinenza

Le crisi da astinenza, proprio come per chi fa uso di droghe, fumo e alcol, sono dietro l'angolo anche per chi inizia a fare una dieta priva di cibi spazzatura, zuccheri raffinati, snack e bibite per niente salutari.

Salute
Pubblicato il 26 settembre 2018, alle ore 13:31

Mi piace
16
0
Il "cibo spazzatura" causa crisi d’astinenza

Proprio come accade per chi si sta disintossicando da droga, fumo o alcol, anche per chi toglie dalla propria dieta il cibo spazzatura, zuccheri raffinati, bibite, grassi e snack, cade in vere e proprie crisi di astinenza.

A svelarlo è stato uno studio condotto da Erica Schulte, dell’Università del Michigan, pubblicato sulla rivista Appetite. Secondo questo studio i sintomi di questa astinenza si manifestano sin dalla prima settimana con mal di testa e irritabilità che possono portare a stati di depressione e ansia.

La ricerca

Anche in passato diversi studi hanno dimostrato che esistono crisi di astinenza dal cibo spazzatura, poichè le zone del cervello interessate sono le stesse di chi è dipendente da droghe, fumo e alcol. Le zone stimolate, anche quando si parla di alimentazione, sono quelle del piacere e dell’appagamento e comportano dipendenza.

Sono state 231 le persone che hanno deciso di smettere di mangiare cibo spazzatura e che hanno partecipato al test. Il loro compito, oltre a non cedere alle tentazioni gastronomiche, era monitorare i sintomi, fisici e psicologici, che avvertivano ed annotarli su uno strumento dato loro in dotazione.

Già dal secondo giorno, questi soggetti hanno iniziato ad avvertire i primi sintomi di astinenza; tra questi, la tristezza, l’irritabilità e il desiderio di fiondarsi su un qualsiasi cibo insalubre. I sintomi, nei giorni successivi, tendevano a diminuire.

Questo studio è fondamentale per i professionisti del settore, quali dietologhi e chi aiuta comunque le persone a cambiare regime alimentare per problemi di salute in generale, non solo per contrastare l’obesità o perdere qualche chilo. Quindi è importante sapere a cosa va incontro, anche sul lato psicologico, chi cambia dieta, per poter affrontare al meglio la situazione ed evitare le temute ricadute che fanno fallire la dieta.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Rita Serretiello

Rita Serretiello - E' dura cambiare regime alimentare perché non sempre le alternative proposte risultano gustose e appaganti. Secondo me si può rendere gustoso e saporito ogni pietanza, senza rinunciare alla leggerezza. Esistono tantissimi trucchi da adottare in cucina per rendere il cibo più appetibile, come ad esempio utilizzando le spezie.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!