Iscriviti

Il cervello delle donne invecchia più lentamente rispetto a quello degli uomini

Il metabolismo cerebrale di uomo e donna non è identico. Nel caso della donna, il cervello è più resistente allo stress, ragion per cui invecchia meno precocemente rispetto a quello dell’uomo.

Salute
Pubblicato il 8 febbraio 2019, alle ore 17:50

Mi piace
13
0
Il cervello delle donne invecchia più lentamente rispetto a quello degli uomini

Da sempre oggetto di discussioni, è risaputo che il cervello di uomo e donna non sono perfettamente identici. A confermarlo troviamo diversi studi, tra cui l’ultimo portato a termine dai ricercatori dell’Università di Washington a St. Louise.

Per i membri dell’équipe che ha preso parte a questa ricerca, il cervello delle donne è microbiologicamente più giovane di tre anni rispetto a quello degli uomini. L’esito delle loro scoperte, pubblicate sulla rivista dell’Accademia Nazionale delle Scienze degli Stati Uniti, ha permesso di dare una risposta a chi si domandava perché le donne dimostrano una maggior lucidità mentale una volta raggiunta un’età avanzata.

Lo studio

Gli studi hanno dimostrato che il cervello femminile è più resistente allo stress e, in conseguenza di questo principio, invecchia anche più lentamente. L’analisi offre la chiave di lettura a chi da anni cercava di comprendere come il sesso potesse incidere sulle malattie neurodegenerative che sopraggiungono con l’approssimarsi della vecchiaia. Come sottolineato da Manu Goyal, autore senior della ricerca, il punto su cui focalizzarsi sta tutto nel metabolismo del cervello.

Utilizzando la PET, la tomografia a emissione di positroni, è stato studiato il cervello di 205 volontari, di cui 121 donne e 84 uomini di età compresa tra i 20 e gli 82 anni. Punto focale dello studio è stato lo zucchero, sostanza utilizzata dal cervello in quantità diversa in ragione dell’età. Quello che viene a tutti gli effetti etichettato come un combustibile cerebrale permette, infatti, di dar vita alla glicolisi aerobica, funzione indispensabile per la maturazione del cervello.

Lo studio ha rilevato che con il passare degli anni, questo processo va scemando, ovvero diminuisce la presenza del glucosio in maniera diversa tra i due sessi. Tale scoperta ha portato gli studiosi a concludere che il cervello delle donne è mediamente più giovane di quello degli uomini di circa 3 anni. Come conseguenza, anche il declino cognitivo segue un percorso diverso a seconda del sesso.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Le conclusioni di questa ricerca spiegano perché gli uomini durante la vecchiaia hanno più possibilità di essere colpiti da malattie neurodegenerative e siano quindi meno lucidi mentalmente. A questo punto bisognerebbe capire se questo aspetto influenzi o sia correlato con la longevità, più alta nelle donne che non negli uomini.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!