Iscriviti

Il batterio dell’ulcera può scatenare il tumore allo stomaco. Lo studio

Recenti studi hanno evidenziato come il batterio dell'ulcera possa scatenare il tumore allo stomaco. Analizzando i tessuti gastrici di persone affette da tumore si è giunti a questa scoperta.

Salute
Pubblicato il 25 gennaio 2019, alle ore 07:02

Mi piace
9
0
Il batterio dell’ulcera può scatenare il tumore allo stomaco. Lo studio

L’Helicobacter pylori è un batterio situato nel muco gastrico dello stomaco umano che vive soltanto in ambiente acido ed è protetto da uno strato di muco. Una volta insediatosi nello stomaco, sottopone la mucosa a processi metabolici tossici da esso prodotti. Difatti, questo batterio può produrre sostanze che causano danni alle cellule e, con il tempo, gastrite e ulcera.

Spesso questo batterio causa infiammazioni a livello gastrico; tra queste l’ulcera peptidica è tra le malattie più diffuse e consiste nella lesione della mucosa che avviene sia all’interno dello stomaco che nella prima parte dell’intestino tenue. Secondo dei recenti studi l’Helicobacter pylori è uno dei fattori scatenanti di tumore allo stomaco.

 Lo studio

L’immunologo Mario Milco D’Elios, dell’Università degli Studi di Firenze e Marina de Bernard dell’Università di Padova, hanno eseguito degli studi dettagliati analizzando i tessuti gastrici di persone affette da tumore allo stomaco e li hanno comparati con quelli di uomini sani. La conclusione è che il batterio è in grado di attivare proteine infiammatorie. Gli studi hanno sottolineato come questo batterio sia legato alle cellule tumorali presenti nello stomaco.

Questo batterio è oggetto di studio da anni ed ancora oggi i pareri degli studiosi sono discordanti. In un primo momeno si è pensato che la presenza dell’Helicobacter pyloris potesse garantire protezione allo stomaco data la sua capacità di diminuire i succhi gastrici e l’irritatazione e quindi di ridurre il rischio di tumore.

Gli ultimi studi, invece, hanno dimostrato che questo batterio è in grado di aumentare di sei volte il rischio di cellule tumorali e di produrre un’infiammazione gastrica cronica. Ciò significa che questo batterio non offre alcun tipo di protezione ma anzi è uno dei maggiori fattori scatenanti dei tumori allo stomaco. A tal proposito l’immunologo Mario Milco D’Elios ha affermato “Si tratta di fatto dell’aspetto più importante per lo sviluppo del cancro”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Valentina Isernia

Valentina Isernia - E' sempre interessante scoprire come la ricerca sia un punto fermo incessante per l'umanità. Non sempre si immagina come le varie malattie siano legate fra loro ma prestando più attenzione alla propria salute e facendo i dovuti controlli di routine, si può evitare di ammalarsi ed incorrere in spiacevoli disagi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!