Iscriviti

I figli di coppie separate hanno maggiori probabilità di diventare obesi

I genitori divorziati hanno maggiori possibilità di avere figli obesi. A giungere a questa conclusione è stato uno studio inglese, che ha ravvisato conseguenze negative anche in fatto di abilità cognitive, educative ed emotive.

Salute
Pubblicato il 12 luglio 2019, alle ore 16:18

Mi piace
13
0
I figli di coppie separate hanno maggiori probabilità di diventare obesi

Quanto emerso da un studio inglese condotto dalla London School of Economics and political science dovrà necessariamente mettere in allarme tutti i genitori in procinto di separarsi. Tenendo conto delle loro conclusioni apparse sulla rivista Demography, esiste un legame tra quelle che sono le relazioni famigliari e lo stato fisico dei bambini. In altre parole al peggiorare delle prime, aumenta anche il rischio di sviluppare una serie di problemi di salute.

Analizzando un campione rappresentativo di bambini nati tra il 2000 e il 2002, e soffermandosi su alcuni periodi della loro vita coincidenti con i 9 mesi, i 3, 5, 7 e 11 anni di età, si è scoperto che entro 24 mesi dalla separazione dei genitori, esiste una maggior possibilità di aumentare di peso. Come se non bastasse, nei successivi 12 mesi è stato registrato un ulteriore aumento dell’indice di massa corporea, il più delle volte associato a casi di obesità.

Le ragioni che spiegano questi risultati sono spesso riconducibili alle minori disponibilità economiche delle famiglie separate, che avendo meno tempo da dedicare ai figli, trascurano la loro dieta in cui trovano poco spazio i cibi freschi come frutta e verdura. La tendenza è poi quella di farsi perdonare le proprie mancanze, coccolando i più piccoli con dei cibi a loro più congeniali, spesso poco salutari. Senza poi dimenticare che una ridotta disponibilità economica e di tempo, significa anche una minore possibilità di poter seguire i figli nelle loro attività extra-scolastiche, in principal modo di natura sportiva.

Ma oltre ad acquisire abitudini alimentari sbagliate, il rischio è quello di sviluppare altre malattie non meno gravi come la depressione. Sulla scia di questa problematica, a risentirne in maniera rilevante sarà anche l’abilità cognitiva, educativa ed emotiva.

Secondo gli autori di questa ricerca, i risultati conseguiti confermano le conclusioni di precedenti studi, gli stessi che suggerivano che gli effetti della separazione potessero essere più negativi soprattutto sui bambini in tenera età. In particolare, il rischio obesità sarebbe più alto soprattutto tra i bimbi al di sotto dei sei anni di età, ragion per cui le coppie che hanno intenzione di separarsi, dovrebbero mettere in atto tutta una serie di interventi finalizzati a ridurre il disagio percepito dai loro figli.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Lo studio qui presentato denota ancora una volta come gli uomini non siano dei semplici robot. Ogni nostra scelta ha una conseguenza a livello emotivo e a risentirne di più sono spesso i bambini che, rispetto agli adulti, hanno una sensibilità e un modo di approcciarsi ai problemi molto diverso. Diventa quindi indispensabile non abbandonarli a se stessi, magari cercando di colmare le proprie carenze affettive proponendo la soluzione più semplice, che il più delle volte coincide con l’acquisto di cibi poco sani. In verità così facendo, dopo il trauma del divorzio faremmo a loro dell’ulteriore male di cui proprio non hanno bisogno.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!