Iscriviti

Glifosato nella pasta. Ecco le 22 marche vendute in Italia e analizzate dal Salvagente

Dopo l'inchiesta della rivista il Salvagente ed il servizio di Striscia la Notizia, ecco la lista delle 22 marche di pasta vendute in Italia su cui sono state eseguite delle analisi in laboratorio per verificare la presenza di Glifosato

Salute
Pubblicato il 9 febbraio 2019, alle ore 07:42

Mi piace
10
0
Glifosato nella pasta. Ecco le 22 marche vendute in Italia e analizzate dal Salvagente

Recentemente, un servizio di Striscia la Notizia ha trattato il tema della qualità delle marche di pasta vendute in Italia e consumate tutti i giorni dagli italiani.

Tutto nasce dall’inchiesta effettuata dalla rivista “Il Salvagente” che ha fatto analizzare 22 noti marchi di pasta venduti in Italia al fine di individuare in esse la presenza del pericoloso pesticida Glifosato utilizzato in agricoltura nella fase precedente alla mietitura del grano. Inoltre, l’indagine ha rivelato la presenza di micotossine e altri erbicidi.

Il servizio di Max Laudadio

Il Glifosato è un noto erbicida comunemente utilizzato nell’agricoltura nella fase che precede la mietitura dei cereali, il preharvest. La sostanza viene assorbita dalla foglia e successivamente entra in circolo in tutta la pianta. La sua funzione principale è quella di eliminare le piante infestanti che crescono nei campi di cereali e limitano il raccolto degli stessi.

L’erbicida, sotto accusa, è stato realizzato e messo in commercio dalla Monsanto Company, azienda che ha recentemente perso il brevetto poichè scaduto. La presenza dell’erbicida in questione è stata riscontrata nei grani provenienti dagli USA e dal Canada, dove non ne è vietato l’utilizzo in agricoltura.

Nel servizio di Max Laudadio, si parla anche di micotossine e vari erbicidi utilizzati in agricoltura e potenzialmente pericolosi per la salute umana. Il medico oncologo intervistato dal giornalista evidenzia la pericolosità della sostanza per la salute negli esseri umani.

I marchi di pasta sotto analisi

I marchi di pasta analizzati in laboratorio sono 22. In questi sono stati riportati i valori che indicano l’alto o basso livello di Glifosato, micotossine e erbicidi vari. Meno ne sono presenti, più è alta la qualità della pasta.

L’analisi ha ritenuto eccellente la qualità della pasta De Cecco normale ed integrale, Voiello grano aureo, La Molisana e Rummo; Ottimo quella di Alce Nero Bio, Coop Bio, Garofalo integrale, Rummo bio integrale, De Cecco bio e Buitoni; Buono quella di Barilla Bio. Un valore Medio è stato assegnato alla pasta Barilla 5 cereali, Garofalo, Esselunga, Barilla, Divella, Coop, Granoro e la Molisana Integrale; Mediocre a Del Verde e Scarso a Combino (Lidl) e Tre mulini (Eurospin).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Carlo Crescenzi

Carlo Crescenzi - La notizia fa ovviamente scalpore e ci rende tutti più consapevoli di ciò che portiamo sulla nostra tavola ogni giorno. Il fatto che in Italia tali erbicidi siano vietati è chiaro sintomo della pericolosità intrinseca negli stessi. I limiti di legge dei quantitativi di erbicida nel prodotto finito sono rispettati in tutte le marche di pasta, però nulla vieta di scegliere la pasta che riteniamo più opportuna da mangiare.

Lascia un tuo commento
Commenti
Cesare Vigilini
Cesare Vigilini

17 febbraio 2019 - 00:05:48

Del glifosato e della monsanto se ne è occupato anche il movimento di avaaz che con una mobilitazione globale ha fatto in modo di far bloccare la monsanto. La cosa che mi fa strano è che la suddetta ricerca ha coinvolto anche la pasta denominata BIO che come tutti pensano non dovrebbe minimamente avere a che fare con prodotti chimici di alcun tipo. Allora mi chiedo, le cose spacciate per BIO sono in realtà prodotti comuni con il prezzo maggiorato? Se fossero realmente BIO non userebbero nemmeno i pesticidi ma solo prodotti naturali Pensiamoci su

0
Rispondi
Cesare Vigilini
Carlo Crescenzi

18 febbraio 2019 - 11:17:24

Ciao Cesare, sono pienamente d'accordo con te. Nei prodotti biologici secondo la normativa italiana, si possono usare determinati prodotti in determinate dosi. Quindi purtroppo non sono totalmente esenti da prodotti chimici di sintesi.

0