Iscriviti

Giornata mondiale della salute orale: i bimbi con le carie vanno male a scuola

I bambini sofferenti di carie ai denti, con ogni probabilità, non andranno bene a scuola: questi sono i sorprendenti dati di una ricerca diffusa dalla World Dental Federetion, l'associazione mondiale degli odontoiatri.

Salute
Pubblicato il 21 marzo 2018, alle ore 10:15

Mi piace
12
0
Giornata mondiale della salute orale: i bimbi con le carie vanno male a scuola

Ieri, 20 marzo 2018, in tutto il mondo, è stata celebrata la Giornata Mondiale della Salute orale e, per l’occasione, la World Dental Federation – l’associazione mondiale degli odontoiatri – ha diffuso i dati sull’incidenza della carie dentale che colpisce i bambini sotto i 16 anni: la percentuale non fa sconti, oltre il 60% dei più giovani ha sofferto o soffre di questa patologia all’apparato masticatorio.

La ricerca della World Dental Federation non si ferma a qui, va ben oltre e diffonde un dato sorprendente ed inconcepibile per chi non segue da vicino questo genere di problemi: i bambini ed i ragazzi che hanno costantentemente i denti affetti da carie, con ogni probabilità, andranno male a scuola.

A causa dei numerosi fastidi e dalle conseguenze di questa malattia, i ragazzi sotto i 16 anni non riusciranno a mantenere una costanza di rendimento negli studi, sono soggetti alla perdita dell’attenzione e, nello stesso tempo, avranno delle difficoltà nel mangiare e masticare correttamente e, soprattutto, saranno distrubati nel sonno, cosa che inevitabilmente incide in negativo sul livello di stress, sulle energie mentali, la mancanza di concentrazione e che porta ad uno stato di sonnolenza durante la mattina, proprio nell’orario scolastico.

La Fondazione Enpam ha promosso per oggi a Roma, in piazza Vittorio Emanuele, un incontro con i ragazzi delle scuole, intitolato “Ahhh. Pensa alla bocca, pensa alla salute“, con la collaborazione della Federazione dei Dentisti Italiani. Il vicepresidente vicario di Enpam, Giampiero Malagnino, chiarisce l’obiettivo di questo incontro: “L’Enpam si impegna in questa Piazza che è quella della Salute visto che siamo l’ente di previdenza dei medici, cerchiamo di promuovere la salute in particolare oggi, visto che è la Giornata mondiale della salute orale. E abbiamo scelto dei bambini di seconda elementare per comunicare l’importanza dell’igiene e della salute orale. Vogliamo motivarli facendoli divertire, cercando di spiegare loro che è un gioco ma c’è anche in ballo la salute“.

Diffondere con queste iniziative la prevenzione e la cura delle malattie dentarie è l’obiettivo delle associazioni degli odontoiatri. I bambini che praticano costantemente il lavaggio dei denti, anche se non tutte le volte che mangiano, e che evitano di mangiare cibi e dolci in grande quantità, secondo Enpam, mantengono i loro denti sani e chi pratica questa forma di prevenzione vedrà ridursi drasticamente la possibilità di trovarsi con i denti guasti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Pare strano che la carie possa far andare male i bambini ed i ragazzi a scuola; ma, se ci pensiamo bene, i tanti fastidi che provoca questa patologia distolgono l'attenzione e la concentrazione, fanno masticare male e provocano disturbi nel sonno che, inevitabilmente, si riversano sulla giornata successiva. Quindi diventa fondamentale prevenire la carie e, se già si riscontra nei nostri ragazzi, affidarli ad un dentista di provata esperienza per sistemare l'apparato dentario.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!