Iscriviti

Gioco d’azzardo: in Italia un italiano su tre gioca. L’indagine

L'Istituto Superiore di Sanità ha reso noti i risultati della prima indagine in Italia sul gioco d'azzardo. Secondo l'indagine, un italiano su tre gioca.

Salute
Pubblicato il 18 ottobre 2018, alle ore 18:40

Mi piace
3
0
Gioco d’azzardo: in Italia un italiano su tre gioca. L’indagine

Secondo un’indagine eseguita dall’Istituto superiore di sanità (ISS) presentata questa mattina a Roma, un adulto su tre gioca d’azzardo. A questi, si aggiungono i cosiddetti, giocatori problematici. Il fenomeno del gioco d’azzardo è presente maggiormente al Sud e nelle Isole.

L’analisi ha indicato che i giochi più popolari sono le lotterie istantanee (26%), a cui segue il lotto (12%) e le slot machine (7%).

L’indagine 

L’Istituto Superiore di Sanità nell’ambito dell’accordo con l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha eseguito un’indagine epidemiologica sul gioco d’azzardo. È la prima che viene eseguita in Italia. I risultati sono stati presentati questa mattina a Roma. 

Dall’analisi è risultato che un adulto su tre ha giocato d’azzardo almeno una volta nell’ultimo anno: si conta che sono 18,5 milioni di persone. Di questi, 13 milioni giocano in modo sociale, 2 milioni e mezzo sono a rischio basso, 1 milione e 400 mila sono a rischio moderato, mentre circa un milione e mezzo sono considerati giocatori problematici.

I giocatori problematici sono “coloro che faticano a gestire il tempo da dedicare al gioco, a controllare la spesa, alterando inoltre i comportamenti sociali e familiari”, spiega Roberta Pacifici, direttrice del Centro nazionale dipendenze e doping dell’ISS. 

All’indagine hanno partecipato 12.007 adulti di cui il 47% erano uomini e il 52% erano donne. Di questi, giocano d’azzardo un uomo su tre (43%) e una donna su tre (29%). La ricerca ha individuato anche l’età media dei giocatori e l’età in cui si inizia a giocare. Il giocatore medio ha un’età compresa tra i 40 e i 64 anni e inizia a giocare tra i 18 e i 25 anni.
È stato notato che un terzo degli over 65 gioca regolarmente e di questi il 2% sono considerati problematici.
Il gioco d’azzardo è diffuso anche tra i minorenni, sebbene sia illegale; in questo caso l’indagine è stata eseguita su 15.602 studenti in età dai 14 ai 17 anni.  Si conta che sono circa 700mila i giocatori non ancora maggiorenni che hanno giocato almeno una volta; di questi, il 3% sono considerati giocatori problematici.

I dati, inoltre, rivelano che il numero maggiore di giocatori vive nel Sud Italia e nelle isole. 

Il presidente dell’ISS, Walter Ricciardi, dichiara che lo studio non serve solo a tracciare l’identikit del giocatore d’azzardo ma “il monitoraggio può essere una guida per valutare l’efficacia delle azioni di prevenzione e gli interventi di assistenza”. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giovanna Barone

Giovanna Barone - Non appartengo alla categoria dei giocatori d'azzardo. In tutte le città italiane non è raro vedere persone che tentano la sorte con le lotterie, i gratta e vinci o altro; non è neanche raro sapere che molte di queste persone, a causa del vizio del gioco, ha perso tutto, inclusi gli affetti familiari.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!