Iscriviti

Felice o triste: il colore del tuo viso rivela come ti senti

Uno studio del Centro per le scienze cognitive e cerebrali dell'Università dell'Ohio, ritiene che il colore del viso trasmette emozioni indipendentemente dai movimenti facciali

Salute
Pubblicato il 21 marzo 2018, alle ore 12:52

Mi piace
11
0
Felice o triste: il colore del tuo viso rivela come ti senti

Sottili cambiamenti nel colore del flusso sanguigno attorno al viso forniscono importanti intuizioni sulle emozioni di una persona che le persone sono in grado di interpretare, questo è quanto dice uno studio del Centro per le scienze cognitive e cerebrali dell’Università dell’Ohio.

I ricercatori hanno scoperto che le persone sono in grado di identificare i sentimenti di altre persone basandosi esclusivamente sui cambiamenti di colore intorno al naso, le sopracciglia, le guance o il mento con un’approssimazione vicina al 75%.

Gli esperti, del Centro per le scienze cognitive e cerebrali dell’Università dell’Ohio, ritengono che il loro studio sia il primo a suggerire che il colore del viso trasmette emozioni indipendentemente dai movimenti facciali.

Hanno usato l’analisi del computer per identificare modelli di colorazione facciale unici per le emozioni individuali come la felicità, la tristezza e la rabbia. Quando i motivi cromatici sono stati sovrapposti a immagini di persone con espressioni neutre, i 20 partecipanti alla sperimentazione sono stati in grado, nella maggior parte dei casi, di indovinare cosa provavano quelle immagini, nonostante l’assenza di qualsiasi movimento dei muscoli facciali.

Aleix Martinez, scienziato cognitivo e professore di ingegneria elettrica e informatica presso la Ohio State University, ha dichiarato: “Riteniamo che questi modelli cromatici siano dovuti a sottili cambiamenti nel flusso sanguigno o nella composizione del sangue innescati dal sistema nervoso centrale. Non solo percepiamo questi cambiamenti nel colore del viso, ma li usiamo per identificare correttamente come si sentono gli altri, e lo facciamo più o meno consapevolmente”.

I ricercatori hanno poi sviluppato algoritmi informatici in grado di rilevare le emozioni attraverso il colore del viso con un’accuratezza migliore rispetto ai partecipanti umani. Le emozioni rilevate dal computer hanno raggiunto un’accuratezza del 90% circa. 

Martinez ha detto che i risultati, pubblicati negli Atti dell’Ohio State University, potrebbero avere molteplici usi:

  • potrebbero essere impiegati dagli psichiatri per valutare i pazienti
  • potrebbero venir utilizzati per creare cosmetici “intelligenti” per migliorare certe emozioni o nasconderle.
  • Inoltre mentre i muscoli facciali possono essere manipolati per sopprimere un’emozione o uno falso, non è possibile farlo con i modelli di colore.

Martinez ei suoi colleghi scienziati ritengono che le loro scoperte possano anche spiegare tratti evolutivi come il perché, a differenza di altri primati, i nostri volti non sono ricoperti di peli.

“Abbiamo tutti questi vasi sanguigni vicini alla superficie della pelle”, ha detto, “e potrebbe essere perché è arrivato il momento in cui è importante comunicare queste emozioni ad altre persone, per agevolare la nostra socialità”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Silvana Franchini

Silvana Franchini - Il mondo è colore e il colore accende la fantasia. I nostri sensi , le nostre emozioni vengono accese da colori diversi. Attraverso i colori raggiungiamo stati emotivi particolari. Anche i pittori hanno sfruttato l'interpretazione emotiva del colore per anni, citando un esempio si può menzionare l'uso dei colori nei blocchi sfocati di Mark Rothko utilizzati in combinazione, o ancora Picasso con tutti i suoi diversi periodi cromatici. Certo è meraviglioso ma anche sconcertante sapere che il nostro viso sia una tavolozza di colori che permette agli altri di leggere i nostri dipinti più intimi e autentici.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!