Iscriviti

Farmaco per curare la Sindrome dell’occhio secco sostituito con uno per l’impotenza. Donna finisce in ospedale

Il medico aveva prescritto ad una donna una pomata per curare la sindrome dell'occhio secco; il farmacista, leggendo in maniera errata la prescrizione, le consegna una pomata per la disfunzione erettile.

Salute
Pubblicato il 10 gennaio 2019, alle ore 07:57

Mi piace
7
0
Farmaco per curare la Sindrome dell’occhio secco sostituito con uno per l’impotenza. Donna finisce in ospedale

Il fatto è accaduto a Glasgow dove ad una paziente era stata prescritta una pomata per curare la Sindrome dell’occhio secco. Alla donna, recatasi in farmacia, è stata però consegnata una pomata per curare la disfunzione erettile. Come conseguenza, la paziente ha riportato lesioni all’occhio.

A dare la notizia è stato l’Istituto Tennent di oftalmologia di Glasgow in un articolo sul British Medical Journal Case Reports.

L’errore 

A causare l’errore del farmacista è stato il nome del farmaco, simile uno all’altro. Sulla ricetta, scritta a mano, il medico aveva, infatti, prescritto un farmaco per curare la Sindrome dell’occhio secco e lesioni alla cornea; si trattava di un lubrificante per l’occhio chiamato VitA-Pos. Il farmacista, però, le ha consegnato il Vitaros, farmaco per uso locale specifico per la disfunzione erettile.  

Dopo aver applicato la pomata sull’occhio, la donna ha iniziato a lamentare dolori, rossore e gonfiore all’occhio e ad avere la vista annebbiata. I disturbi indotti dal farmaco errato sono stati successivamente trattati con antibiotici, lubrificanti e steroidi in ospedale.  

A commentare quanto accaduto sono stati gli stessi specialisti del Tennent Institute of Ophthalmology di Glasgow i quali hanno sottolineato l’importanza per medici di scrivere in maniera chiara il farmaco e ai farmacisti di fare attenzione alla prescrizione e alla causale del disturbo indicato nella ricetta. Le conseguenze, infatti, possono essere anche molto gravi.
Magdalena Edington, autrice di uno studio per il British Medical Journal, ha commentato l’accaduto spiegando che gli errori di prescrizione possono accadere e sono frequenti; la causa, spiega l’autrice è dovuta ai nomi e al packaging simile di alcuni farmaci. Poi aggiunge: “Tuttavia è insolito in questo caso che nessuno tra paziente, medico di base e farmacista, si siano domandati come mai una pomata per la disfunzione erettile fosse stata prescritta ad una donna, con l’indicazione di applicarla sull’occhio“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giovanna Barone

Giovanna Barone - Sono ormai pochi i medici che scrivono ricette a mano; di sicuro l'errore del farmacista è stato quello di non prestare attenzione alla motivazione per cui il farmaco era stato prescritto alla donna. La fretta di servire un cliente può causare danni anche gravi; dall'altro lato leggere il bugiardino del farmaco avrebbe potuto evitare danni collaterali.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!