Iscriviti

È sufficiente mangiare male una settimana per ridurre drasticamente la fertilità maschile

Dagli esiti di una ricerca dell’Università svedese di Linköping, risulta che per peggiorare la qualità del liquido seminale, è sufficiente mangiare male per una settimana. Ecco quanto è stato documentato sulla rivista “Plos Biology”.

Salute
Pubblicato il 17 gennaio 2020, alle ore 17:59

Mi piace
12
0
È sufficiente mangiare male una settimana per ridurre drasticamente la fertilità maschile

Una dieta poco corretta, oltre ad avere degli effetti negativi sulla salute e sulla linea, compromette molto rapidamente anche la fertilità maschile. A sostenerlo sono le conclusioni di una ricerca dell’Università svedese di Linköping apparsa sulla rivista scientifica Plos Biology.

Lo studio, partito nel tentativo di replicare sull’uomo quelle che sono state delle precedenti analisi condotte sui topi e sui moscerini della frutta, ha coinvolto un gruppo di giovani volontari sani non fumatori. L’esperimento al quale sono stati sottoposti, è durato due settimane nelle quali è stato loro richiesto di conformarsi ad una particolare dieta somministrata rigorosamente in laboratorio.

Durante i primi sette giorni, i volontari hanno dovuto seguire alla lettera i dettami di un’alimentazione sana ed equilibrata. La settimana successiva, i partecipanti sono stati sottoposti ad un regime particolarmente ricco di zuccheri. In particolare è stato loro chiesto di assumere quotidianamente 450 grammi di confettura, bevendo 3 litri e mezzo di bibite zuccherate.

Al termine della prima settimana, in tutti i casi è stato notato un miglioramento, perfino nel campione che soffriva già in partenza di una ridotta qualità del liquido seminale. Ripetendo gli esami esattamente sette giorni dopo, in altre parole al termine del periodo di assunzione di grandi quantitativi di zucchero, in tutti i partecipanti è stato invece registrato un evidente peggioramento dello sperma.

Anita Ost, coordinatrice dello studio, ha quindi dovuto concludere che “la dieta influenza la motilità degli spermatozoi e possiamo legare questi cambiamenti alla comparsa di specifiche molecole al loro interno. Il nostro studio ha messo in evidenza gli effetti rapidi della dieta”. In altre parole chi soffre di infertilità, dovrebbe in primo luogo rivedere il proprio regime alimentare. Solo questo aspetto è infatti in grado di migliorare la qualità del seme maschile, tra le altre cose più velocemente di quanto si potesse sospettare.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Ancora una volta si scopre che un corretto stile alimentare determina dei benefici non solo per quanto attiene la nostra salute, ma anche a livello di fertilità. Quello che portiamo in tavola rimane fondamentale per mantenerci in forma, ridurre al minimo la possibilità di ammalarci e allo stesso tempo anche di poter procreare con più facilità.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!