Iscriviti

Dormire in coppia migliora sonno e memoria

Secondo una recente ricerca tedesca, dormire con il proprio partner conduce ad una serie di benefici, che interessano principalmente la qualità del sonno, la memoria e le capacità di problem solving.

Salute
Pubblicato il 28 giugno 2020, alle ore 09:55

Mi piace
8
0
Dormire in coppia migliora sonno e memoria

Un recente studio, pubblicato sulla rivista Frontiers in Psychiatry e condotto dai ricercatori del Center for Integrative Psychiatry (ZIP), in Germania, ha evidenziato che dormire in compagnia del proprio partner porta ad una serie di benefici, tra cui un miglioramento nella qualità del sonno, con conseguenze positive anche sulle capacità di memoria e sulle capacità di problem solving.

Per arrivare a questo sorprendente risultato, i ricercatori hanno monitorato per ben quattro notti, in 12 coppie giovani ed eterosessuali, i movimenti notturni, la respirazione, le onde cerebrali, l’attività cardiaca, la tensione muscolare, la durata e la profondità del sonno.

In particolare, questi parametri sono stati misurati sia in presenza che in assenza del partner, attraverso la doppia polisonnografia simultanea, un metodo accurato che permette di studiare il sonno in maniera multilivello. Le coppie sono state chiamate anche a rispondere ad alcune domande il cui scopo era quello di ricavare informazioni su alcune caratteristiche delle relazioni, tra cui durata, coinvolgimento passionale e livello di intimità.

Dai risultati è emerso che la fase del sonno conosciuta comunemente come Rapid Eye Movement (REM) aumentava in modo notevole quando le coppie dormivano nello stesso letto. Si tratta di un aspetto significativo, dal momento che la fase REM è generalmente associata alla regolazione delle emozioni, al consolidamento della memoria, alle relazioni sociali e alla risoluzione dei problemi creativi.

Henning Johannes Drews del Center for Integrative Psychiatry ha commentato: “Le coppie riescono a sincronizzare gli schemi del sonno quando dormono insieme, non perchè il movimento fisico di un partner influenzi il sonno dell’altro, è semplicemente una misura della profondità della relazione. […] dormire con un partner potrebbe effettivamente migliorare la salute mentale della coppia“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesca Paola Scimenes

Francesca Paola Scimenes - Penso che i risultati raggiunti con questo studio siano davvero molto interessanti e curiosi, dal momento che sembrano dimostrare per l'ennesima volta l'importanza dell'affinità di coppia. Condividere il letto con la persona che amiamo può essere quindi la ricetta giusta per raggiungere un maggior benessere mentale e migliorare la memoria e la qualità del sonno.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!