Iscriviti

Dormire col reggiseno: ecco perché fa male al seno

Marilyn Monroe non lo avrebbe fatto minimamente. Altre donne, invece, credono erroneamente che sia comodo e che prevenga eventuali cedimenti delle forme femminili. Ma moda e salute concordano: dormire con il reggiseno fa male. Ecco cosa spiegano gli esperti

Salute
Pubblicato il 28 luglio 2017, alle ore 10:32

Mi piace
15
1
Dormire col reggiseno: ecco perché fa male al seno

Le donne si schierano in due scuole di pensiero opposte e contrarie: quelle favorevoli ad indossare il reggiseno anche di notte e quelle che invece sono contrarie al 100%. Anche se questo capo d’abbigliamento intimo sia un eccezionale alleato di bellezza di tutte le donne, non è sempre un piacere indossarlo.

La sua funzione è quella di sorreggere le forme femminili e dare il giusto sostegno. Ma il discorso è valido sia di giorno che di notte? Quando è ora di spogliarsi e mettersi a letto, è opportuno togliere il reggiseno oppure continuare ad indossarlo?

Se la leggendaria icona di bellezza femminile Marylin Monroe lo usava esclusivamente con l’obiettivo di evitare ogni possibile cedimento del suo copioso décolleté, come la pensano le altre donne? In tante non tollerano percepire, a contatto con la pelle, i fastidiosi ferretti e le coppe dure. Altre donne, invece, non se ne separano mai poiché sperano di mantenere alte le loro forme. Ma in tutto questo caos di opinioni e punti di vista, cosa sostengono gli esperti?

Stando a ciò che ha affermato il chirurgo plastico Carlos Burnett, indossare il reggiseno anche di notte non danneggia né apporta benefici extra al proprio seno. Pure la dottoressa e ricercatrice di chirurgia Amber Guth del “NYU Langone Medical Center”, in base a ciò che ha dichiarato all’Huffington Post, pensa che non vi sia alcuna testimonianza che riposare con il reggiseno sia utile. A mettere a dura prova la tonicità e l’altezza del seno sarebbero altri elementi quali la forza di gravità, l’avanzare dell’età e la gravidanza.

Di tutt’altra opinione è Sydney Ross Singer, medico antropologo il quale sostiene fermamente che il reggiseno interferisce con la circolazione linfatica, facendo incrementare il pericolo di contrarre un tumore al seno. La sua tesi del tutto congetturale per fortuna è stata confutata da molti studi scientifici, come quello del ricercatore Lu Chen del “Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle”, il quale non ha trovato alcuna connessione che riconduca i tumori al seno a chi li indossa eccessivamente.

La nota produttrice di underwear, Linda Becker, invece ha affermato che le donne che portano la taglia di reggiseno I e II non necessitano di supporto mentre dormono. A differenza di quelle donne che invece hanno coppe più grandi, ossia dalla taglia IV in poi. La Becker suggerisce alle donne giunoniche e prosperose, di fare un uso costante del reggiseno, proprio per scongiurare cedimenti precoci e antiestetici.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Gloria La Barbera

Gloria La Barbera - Personalmente ritengo che le donne debbano avere il sacrosanto arbitrio di seguire le proprie abitudini. Coloro che proprio non riescono a fare a meno, dovrebbero quantomeno evitare di indossarlo troppo stretto, giusto per evitare di compromettere la circolazione sanguigna e linfatica, favorire un sonno più rilassato ed evitare irritazioni sotto-seno.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

28 luglio 2017 - 16:13:03

Lodo e approvo.

0
Rispondi