Iscriviti

Dolore al polso dopo una caduta: ecco come comportarsi

Quando inciampiamo istintivamente portiamo le mani avanti a scapito dei polsi. Ecco un primo soccorso quando il polso duole

Salute
Pubblicato il 26 maggio 2017, alle ore 16:03

Mi piace
13
0
Dolore al polso dopo una caduta: ecco come comportarsi

Quando s’inciampa su qualcosa l’istinto ci porta a proteggere il volto e la testa, facendoci portare le mani in avanti. Da una parte questo gesto difende gli occhi, il naso e la testa, ma dall’altra mette in pericolo il polso.

In questi casi, infatti, il polso può risentirne e potremmo avvertire del dolore legato a distorsioni o, peggio ancora, a rottura. La prima causa di distorsione o rottura del polso, pare sia data proprio dalle cadute accidentali.

Capiamo, quindi, come gestire questo dolore e come intervenire per avere sollievo.

Sintomi

Per riparare il volto dalle conseguenze della caduta, le mani vengono protese in avanti caricando su di esse e sui polsi il peso del corpo aumentato dalla velocità della caduta per la forza gravitazionale.

Subito si avverte dolore, a volte gonfiore, e una certa limitazione nella mobilità, con rigidità e un’articolazione instabile. Ricorrere al pronto soccorso è necessario quando il dolore è insopportabile e si nota gonfiore alla mano o al polso. Inoltre riuscire a muovere il polso o le dita non significa che tutto sia a posto, spesso le rotture sono mascherate e solo i raggi possono portarle alla luce.  

Cosa fare

Ma subito cosa conviene fare? La prima cosa è quella di applicare del ghiaccio sul punto in cui il polso è dolente. Il ghiaccio non va mai messo direttamente sulla pelle, è bene avvolgerlo con una garza, un fazzoletto o altro.

Quindi appoggiare e poi fasciare l’avambraccio a qualcosa di solido oppure stendere il braccio lungo il torace avendo cura di tenere la mano in alto. Se il dolore è intenso si può assumere del paracetamolo.

Il polso deve sempre stare a riposo, non va mai forzato con movimenti bruschi e comunque non naturali. Se notiamo gonfiore al polso e il dolore è piuttosto significativo è meglo recarsi al Pronto soccorso muniti di cartellino sanitario.

I medici specialisti valuteranno, attraverso radiografie accurate e visita, quale tipo di terapia o di intervento mettere in atto. Il polso potrebbe aver subito una semplice slegatura, oppure una frattura composta o scomposta.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - A me è successo così: un prato ricoperto d'erba e di edera, l'edera qua e là era ben aggrappata al suolo, ho infilato un piede... Un "angelo" mi ha fatto appoggiare l'avambraccio sul suo, poi sostituito con l'ombrellino, ghiaccio e fasciatura per tenere insieme ombrello polso e ghiaccio. Una tachipirina, qualche ora al pronto soccorso e un gessetto. Consiglio di avere sempre con sé, quando si in uscita, il ghiaccio, il paracetamolo e un ombrello... ma soprattutto di guardare bene dove si mettono i piedi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!