Iscriviti

Diversi studi promuovono le coppette mestruali

Le coppette mestruali compatte in silicone medicale sono state promosse dalla rivista The Lancet e da diversi studi per praticità, sicurezza ed economicità.

Salute
Pubblicato il 18 marzo 2020, alle ore 20:30

Mi piace
14
0
Diversi studi promuovono le coppette mestruali

La rivista scientifica The Lancet e diversi studi hanno promosso a pieni voti le coppette mestruali, che rappresentano oggi una delle alternative più economiche ed ecologiche al tradizionale tampone o assorbente igienico utilizzato dalle donne durante il ciclo mestruale.

Manuela Farris, ginecologa e Consigliere della Società italiana di Contraccezione, ci descrive le coppette mestruali così: “Piccoli contenitori a forma di campana, che si inseriscono nel canale vaginale e servono a raccogliere il flusso. Si ripiegano per essere inserite e sul fondo hanno una parte allungata per essere facilmente afferrate. Raccogliere dunque e non assorbire: questa la principale differenza con gli assorbenti esterni, interni o lavabili, che riserva una serie di vantaggi quali la minore necessità di cambiarsi e la mancanza di allergie in chi ha già avuto reazioni”.

In totale sono stati esaminati ben 43 studi che hanno coinvolto 3.300 donne e ragazze che vivono in diversi Paesi del mondo. Quattro studi, che hanno coinvolto circa 300 donne, hanno poi messo a confronto le perdite tra coppette mestruali e assorbenti o tamponi usa e getta; ciò che è emerso è che le perdite sono simili in tre delle ricerche fatte e inferiori con le coppette mestruali nella quarta.

Ma da questi studi è emerso anche un altro importante aspetto: rispetto ai metodi tradizionali, l’uso delle coppette non è stato associato ad un rischio di infezioni più elevato. Gli studi inoltre evidenziano anche il livello di gradimento delle consumatrici: circa il 70% delle donne che ha usato le coppette mestruali ammette che vorrebbe continuare a farlo.

Prendendo un po’ di confidenza, imparando a posizionarle bene e a sentirsi libere di maneggiarle a casa e fuori, molte sono le donne che hanno ammesso di volerle utilizzare e di preferirle anche per una questione economica: la spesa infatti oscilla tra i 20-30 euro ogni 10 anni continuativi (la spesa viene quindi rapidamente ammortizzata nel giro di pochissimi cicli).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesca Paola Scimenes

Francesca Paola Scimenes - Personalmente non ho ancora mai provato ad utilizzare la coppetta mestruale ma devo ammettere che mi sembra un'ottima alternativa, ecologica e molto economica, ai tradizionali assorbenti. Molteplici infatti sono i vantaggi derivanti dal suo utilizzo e penso per questo che in pochissimi anni il suo utilizzo si diffonderà notevolmente, soprattutto tra le donne più giovani.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!