Iscriviti

I disturbi di ansia: cause e rimedi

Quando si soffre di ansia si provano tutta una serie di sintomi che possono far pensare ad altre malattie, a volte bastano cure naturali

Salute
Pubblicato il 20 gennaio 2014, alle ore 12:41

Mi piace
0
0
I disturbi di ansia: cause e rimedi

“Dottoressa è un periodo che non riesco più a dormire. E di giorno sento un nodo alla gola, il cuore mi batte forte e a volte tremo, cosa mi sta succedendo?” Giovanna ha trent’anni ed è sempre stata un tipo ansioso, ma così agitata e preoccupata non l’avevo mai vista.

“E’ successo qualcosa di nuovo di recente?” chiedo.

“Veramente dottoressa …  ho problemi sul lavoro, tira una brutta aria in ufficio, ho paura di essere licenziata.”

A questo punto il quadro mi sembra chiaro. Credo proprio che si tratti di ansia da stress, ma voglio vederci più chiaro. Allora, dopo averla visitata senza trovare nulla di particolare, prescrivo delle analisi alla signora Giovanna e le consiglio una tisana rilassante alla sera.

I disturbi di ansia si manifestano con sintomi variegati: tremori, insonnia, groppo in gola, paura di ammalarsi, tachicardia, dolori muscolari diffusi. Sono però sintomi che si accomunano anche ad altre patologie e quindi prima di escludere altri problemi è necessario procedere ad un’accurata visita e a delle analisi del sangue che escludano altri problemi.

Dopo cinque giorni la signora ritorna e mostrandomi le analisi mi confessa che i suoi sintomi sono peggiorati: l’insonnia in particolare è diventata insopportabile e di giorno si sente a pezzi. Controllo le analisi e non trovo nulla di patologico, quindi spiego alla paziente che si tratta di un disturbo di ansia probabilmente dovuto ai problemi sul lavoro. E’ necessario intervenire e quindi le prescrivo dei rimedi naturali con la raccomandazione di tornare se il problema sussiste in modo da procedere con una cura più forte.

La cura del disturbo d’ansia dipende molto dalle cause. Se il disturbo è dovuto ad un periodo di stress è preferibile partire con dei rimedi naturali e, solo successivamente procedere con una terapia farmacologica tradizionale. Se, invece, è senza causa apparente probabilmente la cosa è un po’ più grave e va affrontata in maniera più approfondita.

Fra i rimedi naturali molto utile è la Melatonina come regolatrice del sonno e della valeriana dispert (in compressine che si acquistano in farmacia, non in tisana!) durante il giorno per calmare i sintomi. E’ infatti necessario ripristinare al più presto il ritmo sonno-veglia perché lo scarso riposo notturno provoca una stanchezza durante il giorno che accentua di molto i sintomi dell’ansia. Un altro preparato molto efficace che unisce in se i principi attivi di molte piante officinali che curano l’ansia e l’insonnia è in vendita in gocce e si chiama SERENAMENTE.

Per quanto riguarda invece la terapia farmacologica tradizionale è necessario prescrivere dei sonniferi insieme a dei farmaci antidepressivi-ansiolitici e mantenerli entrambi per almeno 20 giorni perché i secondi ci mettono fra le due e le tre settimane a fare effetto, poi si sospendono i sonniferi e si continua con gli antidepressivi-ansiolitici per almeno tre mesi.

La cosa più importante, però, è non sospendere da soli la cura perché “mi faceva male”, come si sente dire moltissime volte, ma tornare dal medico per aggiustare il tiro e magari cambiare la cura.

La signora Giovanna, nel frattempo, ha risolto i suoi problemi sul lavoro ed è tornata da me solo dopo un mese ad annunciarmi il lieto evento di aspettare un bambino!

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!