Iscriviti

Una dieta a basso apporto di carboidrati riduce l’infiammazione nei diabetici

Una dieta a basso apporto di carboidrati riduce l'infiammazione nei diabetici. E' quanto emerge da uno studio in Svezia condotto su un campione di 61 soggetti affetti da diabete

Salute
Pubblicato il 13 maggio 2014, alle ore 17:54

Mi piace
0
0
Una dieta a basso apporto di carboidrati riduce l’infiammazione nei diabetici

Una dieta a basso contenuto di carboidrati può ridurre l’infiammazione nei diabetici. È questo il risultato di uno studio condotto da alcuni scienziati dell’Università di Lonkoping, in Svezia. Lo studio, coordinato dal professore Alexander Rosendahl, ha scoperto come le cellule del sistema immunitario, dette microfagi, invadano il tessuto pancreatico durante le prime fasi del diabete. Successivamente, queste cellule producono citochine, proteine pro-infiammatorie che contribuiscono all’eliminazione delle cellule beta, che producono insulina nel pancreas, provocando il diabete. Da questa osservazione arriva l’idea che il diabete altro non sia che una malattia infiammatoria.

Con questa consapevolezza, gli studiosi ritengono che una dieta con un ridotto apporto di carboidrati possa aiutare a ridurre l’infiammazione alla base del diabete. I ricercatori hanno studiato un campione di 61 adulti affetti da diabete di tipo 2. Molti studi condotti fino a questo momento, infatti, conferma che i livelli di infiammazione sono estremamente più alti nei pazienti affetti da diabeti, rispetto a chi non soffre di questa patologia. Questa infiammazione porta diverse conseguenze abbastanza importanti, come l’aumento dei problemi cardiovascolari. Per risolvere questo problema, i ricercatori hanno studiato una dieta specifica per cercare di risolvere questo problema nei soggetti diabetici.

I soggetti che si sono sottoposti allo studio, hanno seguito la dieta per circa sei mesi e dopo questo lasso di tempo si sono sottoposti a degli esami per testare i livelli di infiammazione generale. In effetti, grazie alla dieta i soggetti mostravano un’infiammazione estremamente ridotta rispetto al passato e, peraltro, avevano anche perso 4 chili.

La scoperta dell’esistenza di una dieta specifica per i diabetici, che può aiutare a migliorare la malattia senza l’utilizzo di farmaci è estremamente importanti, dal momento che non ha effetti collaterali. Ovviamente, per quanti effetti benefici possa apportare all’organismo, è sempre consigliabile consultare il proprio medico prima si sottoporsi ad un particolare regime alimentare.

Si tratta di uno studio molto importante, che potrebbe aiutare i diabetici con una dieta ad hoc e che è stato pubblicato su Annals of Medicine con il titolo “Il consiglio di seguire una dieta a basso contenuto di carboidrati ha un impatto favorevole sul basso grado di infiammazione nel diabete di tipo 2 rispetto al consiglio di seguire una dieta a basso contenuto di grassi”.

Lo studio è ancora in atto e nelle prossime settimane potrebbero essere pubblicati nuovi dettagli importanti dello studio e ulteriori informazioni sulla dieta e basso contenuto di carboidrati.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!