Iscriviti

Depressione: anche i padri possono soffrirne

Dopo aver esaminato i risultati di 9500 screening per la depressione, lʼIndiana University School of Medicine di Indianapolis ha affermato che anche i padri, come le madri, soffrono di depressione.

Salute
Pubblicato il 25 luglio 2018, alle ore 19:05

Mi piace
11
0
Depressione: anche i padri possono soffrirne

Tristezza, irritabilità, rabbia e agitazione sono sintomi di depressione che anche i papà, come le mamme, possono avvertire. Ad affermarlo sono i ricercatori americani che hanno analizzato più di 9.500 screening per la depressione sui genitori che si recavano nelle cliniche pediatriche ad accompagnare i figli. I dati dicono che il 4,4% dei padri è positivo al test, le madri il 5%.

Non si tratta di depressione “post partum“, perchè i sintomi dei disturbi si manifestano anche a distanza dalla nascita del bambino. A lanciare l’allarme è Erika Cheng, che sta portando avanti il progetto dell’Indiana University School of Medicine, la ricercatrice pediatrica ha affermato: “Il fatto che così tanti genitori stiano manifestando questi problemi è preoccupante. La depressione, se non debitamente curata, può avere gravi conseguenze“.

Erika Cheng è preoccupata del fatto che la prevenzione di solito viene eseguita sulle madri e raramente sui padri con conseguenze sui rapporti con i figli che possono “portare a problemi cognitivi e comportamentali”. Se un padre avverte i sintomi della depressione, come tristezza, agitazione, irritabilità e rabbia, non deve nascondere ciò che prova, ha affermato la ricercatrice.

Di solito sono le madri a portare i figli dal pediatra e per questo motivo gli screening vengono eseguiti più sulle madri che sui padri. E’ stato calcolato che solo il 31% dei padri accompagna il figlio dal dottore e pertanto la maggioranza dei padri non viene monitorata. I test sono stati eseguiti a Indianapolis, in cinque diverse cliniche pediatriche della città. Tutto fa pensare che se venisse eseguito negli Stati Uniti o addirittura nel resto del mondo, i risultati potrebbero subire significative variazioni.

Una ricercatrice di infermieristica e ostetricia alla Deakin University di Melbourne, in Australia, Karen Wynter, ha affermato che i padri possono manifestare sintomi diversi da quelli delle madri, inoltre: “È possibile che a non tutte le persone, risultate positive allo screening per la depressione, vengano diagnosticati disordini legati alla salute mentale“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Tutti gli studi che portano a migliorare la salute dell'uomo, in tutti i suoi aspetti, sono da sostenere. La depressione subita silenziosamente, senza un aiuto, senza darle un nome, penso divori la persona nei suoi pensieri rendendo insignificante la vita. L'attenzione è sempre stata rivolta alle donne perché più esplicite, l'uomo tiene dentro... ma fino a quando?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!