Iscriviti

Covid, dal 3 novembre 2021 scatta il nuovo obbligo: dove sarà necessario mostrare il Green Pass

Tra pochi giorni scatterà un nuovo obbligo sul Green Pass. Vediamo quale settore è interessato dalle novità relative al nuovo obbligo della certificazione verde.

Salute
Pubblicato il 29 ottobre 2021, alle ore 14:48

Mi piace
1
0
Covid, dal 3 novembre 2021 scatta il nuovo obbligo: dove sarà necessario mostrare il Green Pass

Ultimamente si è discusso molto sull’argomento Green Pass e ci sono state molte proteste in Italia riguardanti la certificazione verde. Nel frattempo i contagi in Italia sono in crescita negli ultimi giorni.

Ieri ad esempio sono stati rilevati 4598 nuovi casi di Covid e 50 morti. Tra pochi giorni, precisamente dal 3 novembre 2021 scatta il nuovo obbligo sul Green Pass. Vedremo insieme di cosa si tratta.

Dove sarà obbligatorio il Green Pass

Il Green Pass diventerà obbligatorio anche al Parlamento Europeo, quindi la certificazione verde dovrà essere mostrata per poter accedere alle sedi di Bruxelles, Strasburgo e Lussemburgo. Il provvedimento entrerà in vigore il 3 novembre 2021 e si applicherà fino al 31 gennaio 2022. I sindacati di circa 8000 lavoratori dell’Eurocamera, in questi giorni, avevano osteggiato il provvedimento.

La protesta dei sindacati

Secondo i sindacati questa decisione violerebbe la Carta dei diritti fondamentali, vale a dire l’articolo 3 sul diritto all’interiorità della persona e l’articolo 7 sul diritto alla vita privata. I sindacati avevano cosi’ detto: “nutriamo seri dubbi sull’esistenza di una base giuridica valida“.

Asse dei sovranisti

A fare asse contro l’obbligo di Green Pass, i sovranisti di gruppi differenti della destra. Tra questi troviamo l’ex leghista Francesca Donato, l’eurodeputato croato Ivan Sincic, ma anche il romeno Christian Terhes, e la deputata tedesca Christine Anderson. Secondo loro, il Green Pass non è uno strumento sanitario di prevenzione ed è lesivo dei diritti umani fondamentali.

I favorevoli

Tra i gruppi favorevoli alla nuova norma ci sono S&D, gruppo di appartenenza del Pd in Europa e Ppe, dove satellita Forza Italia. Antonio Tajani, qualche giorno fa, aveva affermato di essere favorevole all’obbligatorietà. Anche la Lega, che appartiene al gruppo Identità e Democrazia era a favore. David Sassoli invece aveva evidenziato come “abbiamo fatto tanto per avere una legge e per riaprire in modo ordinato, direi che il Green Pass va usato”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - E' giusto, a mio avviso, che anche nel Parlamento Europeo scatti l'obbligo del Green Pass, in quanto luogo di assemblamento, predisposti a rischio contagi. Ritengo che la certificazione verde sia un ottimo strumento per tutelare se stessi e gli altri dal virus, soprattutto in questa fase di nuovo incremento del numero di persone colpite dal Covid.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!