Iscriviti

Covid-19, nuove restrizioni: tampone ai vaccinati per i grandi eventi e mascherina all’aperto in tutta Italia

Secondo le ultime indiscrezioni il Governo, entro giovedì, potrebbe approvare l'obbligatorietà del tampone anche ai vaccinati per poter partecipare ai grandi eventi.

Salute
Pubblicato il 20 dicembre 2021, alle ore 10:24

Mi piace
4
1
Covid-19, nuove restrizioni: tampone ai vaccinati per i grandi eventi e mascherina all’aperto in tutta Italia

Nei giorni scorsi il coordinatore del “Comitato tecnico scientifico” Franco Locatelli ha aperto a una possibilità di mettere obbligatorio i tamponi per i possessori del super green pass se la situazione epidemiologica in Italia dovesse peggiorare a causa della variante Omicron che sta molto velocemente colpendo tutta l’Europa.

A quanto pare, come riportato dal “Corriere della Sera“, queste indiscrezioni diventano realtà dopo le festività. Il Governo Draghi, per la giornata di giovedì, dovrebbe approvare il tampone obbligatorio anche a coloro in possesso del super green pass, per poter partecipare ai grandi eventi o andare nei luoghi affollati.

Le novità però non si fermano qui poiché si dovrebbe discutere anche di imporre, sempre dopo Natale, la mascherina all’aperto per tutta l’Italia. Il rafforzamento del super green pass invece arriverà dopo Capodanno e obbligherà tutti i lavoratori a doversi vaccinare e non solo per il personale scolastico – non solo docenti – e delle forze dell’ordine.

Questa decisione, sempre come riportato dal “Corriere“, viene presa per evitare ulteriori pressioni per i reparti ospedalieri: “Secondo gli esperti, se non si rallenterà la diffusione del Covid-19 entro due mesi le terapie intensive potrebbero andare in affanno. I cittadini che hanno scelto di non vaccinarsi sono ancora milioni, la campagna per convincerli continua a essere serrata. La prossima settimana il governo riceverà la flash survey dell’Istituto superiore di sanità che mostra la presenza del Covid nel nostro Paese e sulla base di quei dati stabilirà le prossime mosse”.

Nei “grandi eventi” dovrebbero essere compresi concerti, stadi, palazzetti dello sport, ma si discute anche per implementare il tampone per andare al cinema. Infine, sempre secondo le ultime indiscrezioni, potrebbe scendere la validità del green pass e arrivare dai nove ai sei mesi, dal momento che l’effetto del vaccino per gli esperti crolla dopo cinque mesi dalla seconda dose di richiamo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - Troppi dietrofront e troppe limitazioni fanno nascere i dubbi a quasi tutti i "provax". Essere fiduciosi della scienza è quasi un obbligo, ma se questi fanno di tutto per cercare di spezzarti l'entusiasmo e mettere le limitazioni seppure hai fatto tutto quello che dicevano, il compito diventa più difficile da seguire.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!