Iscriviti

Covid-19, l’Europa ha il vaccino: "Vaccine Day il 27 dicembre", Ema approva la cura

L'Agenzia europea del farmaco ha dato il via alla commercializzazione del vaccino anti Covid. La cura distribuita inizialmente sarà quella prodotta da Pfizer-BioNTech. Si comincerà con un "Vaccine Day" il 27 dicembre, entro il 30 in Italia.

Salute
Pubblicato il 22 dicembre 2020, alle ore 10:18

Mi piace
2
0
Covid-19, l’Europa ha il vaccino: "Vaccine Day il 27 dicembre", Ema approva la cura

L’Ema, l’agenzia europea del farmaco, nella giornata di oggi 21 dicembre ha dato il via libera alla commercializzazione del vaccino anti Covid Pfizer-BioNTech. Lo ha comunicato Marie-Agnes Heine, direttrice della stessa Ema. Si tratta di un traguardo importante, così come sottolineato dalle autorità della Unione Europea: il farmaco sicuramente darà una mano nel contrastare la pandemia, tentando di fermare l’avanzata del virus. La notizia dell’approvazione del vaccino contro il coronavirus Sars-CoV-2 arriva in un momento delicato per tutto il Vecchio Continente. 

In queste ore, infatti, si è diffusa la notizia che una nuova variante del Covid, quella “inglese”, ha cominciato a diffondersi in varie nazioni del mondo. Non c’è preoccupazione per quanto riguarda l’efficacia dei vaccini, che dovrebbero riuscire ad avere la meglio anche su questa mutazione del virus. L’Ema informa che si è fatto più veloce del previsto per arrivare all’approvazione incondizionata della cura, ma ciò non ha influito sulla sua sicurezza: tutti i test in questo senso hanno dato esito positivo. 

Roberto Speranza: “La notizia che aspettavamo”

Il Ministro della Salute italiano, Roberto Speranza, si è detto molto soddisfatto di quanto accaduto, affermando che la notizia dell’approvazione del vaccino da parte dell’Ema era ciò che il Governo si aspettava. Per quanto riguarda la distribuzione della cura, questa avverrà a partire dai prossimi giorni. Dal Belgio, dove ha sede l’azienda produttrice del farmaco, nella giornata del 24 dicembre partiranno i Tir diretti in varie nazioni europee, inclusa l’Italia, dove le dosi arriveranno il 26 dicembre. Nel nostro Paese lo stock avverrà in varie strutture presenti sul territorio nazionale, e per il Lazio quest’ultima è stata individuata nell’ospedale Spallanzani di Roma, struttura di vertice per quanto riguarda le malattie infettive. 

Dal 27 dicembre la cura sarà somministrata alle prime persone. Si tratterà soprattutto di sanitari, ovvero medici e infermieri che operano negli ospedali, quindi a stretto contatto con i pazienti Covid. Quella data sarà una giorno “simbolo”, il cosiddetto “Vaccine Day”. A partire dal 30 dicembre il vaccino contro il coronavirus Sars-CoV-2 potrà essere somministrato ad altre persone in Italia, e solo allora potrà cominciare la vaccinazione di massa

Ci vorranno mesi perché la cura faccia effetto. Il Ministro Speranza ha ribadito che se non si comincerà con la vaccinazione il 30 dicembre, è possibile che ciò accada comunque nei primissimi giorni di gennaio 2021. L’obiettivo è quello di frenare l’epidemia il prima possibile, in modo da poter tornare alla vita pre Covid, senza ulteriore bisogno di restrizioni o lockdown. La strada per uscire dall’emergenza è ancora lunga.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Si tratta di un bel traguardo e oggi è davvero una giornata storica per la lotta alla pandemia in Europa. Il Vecchio Continente ha il suo primo vaccino contro il Covid-19, ma nei prossimi mesi ne arriveranno altri. Tutte queste cure potrebbero invertire la tendenza, ed entro l'estate 2021 si potrebbe tornare ad una quasi normalità. Ma per diverso tempo ancora dovremo indossare le mascherine e adottare il distanziamento sociale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!