Iscriviti

Covid-19, la variante del Botswana ha un nome: si chiama Omicron

Intanto il Governo del Botswana ha diffuso una nota stampa in cui si evince come la mutazione sia stata trovata anche in 4 soggetti completamente vaccinati durante alcuni screening in aeroporto. Isolati almeno un centinaio di casi in tutto il mondo. Sessantuno passeggeri di un volo proveniente dal Sudafrica trovati positivi ad Amsterdam.

Salute
Pubblicato il 27 novembre 2021, alle ore 11:10

Mi piace
0
0
Covid-19, la variante del Botswana ha un nome: si chiama Omicron

Da oggi la variante del Botswana, conosciuta con la sigla B.1.1.529 ha un nome: si chiama Omicron. La nuova mutazione del Covid che sta preoccupando gli scienziati è stata individuata nei primi giorni di novembre corrente anno in Sudafrica. Secondo quanto si apprende dalle autorità sanitarie che hanno isolato il ceppo, questa variante ha ben 32 mutazioni sulla proteina Spike, la sostanza che il Sars-CoV-2 utilizza per legarsi ai recettori delle cellule umane, causando appunto l’infezione denominata Covid-19. 

Ed è proprio questa caratteristica della variante a preoccupare gli scienziati, anche se l’Organizzazione mondiale della Sanità per adesso ci va cauta, affermando che ci vorranno settimane per capire se questo ceppo di virus sia più o meno contagioso dei precedenti e se sia resistente ai vaccini anti Covid. Molte nazioni europee intanto hanno deciso di chiudere i voli con il Sudafrica e con 4 altri stati, incluso lo stesso Botswana. Il Governo del Paese in questione in queste ore ha rilasciato un comunicato stampa.

Variante trovata anche nei vaccinati

L’Esecutivo dello stato africano ha fatto sapere, tramite un comunicato stampa, che la variante Omicron è stata individuata anche in 4 soggetti completamente vaccinati durante alcuni screening aeroportuali. Secondo gli esperti la pericolosità della malattia rimane la stessa. Il Governo del Botswana ha fatto sapere che informerà la popolazione su eventuali restrizioni

La variante è stata individuata anche in Europa, precisamente in Belgio. Qui, per prima, una donna di ritorno da un viaggio all’estero e che non aveva avuto contatti con l’Africa è stata trovata positiva al Covid e la sequenza individuata è proprio quella della Omicron. La donna in questione non era vaccinata e non aveva contratto l’infezione in precedenza. In queste ultime ore 61 persone sono state trovate positive alla variante su un volo proveniente dal Sudafrica all’aeroporto di Amsterdam.

La variante è stata segnalata anche in Israele su un paziente proveniente dal Malawi. Per questo lo stato ebraico ha deciso di sospendere i voli da quelle zone, questo anche perchè nel Paese i casi stanno leggermente aumentando di giorno in giorni, e Israele teme appunto una quinta ondata di Covid nelle prossime settimane. Nel mondo fino ad ora sono stati isolati un centinaio di casi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Queste notizie ci fanno capire come la pandemia non sia ancora finita. Ci vorrà ancora tempo prima di ritornare alla piena normalità, per questo dobbiamo rispettare le regole anti pandemia instaurate dalle autorità sanitarie e soprattuto ci si deve vaccinare. Questa è l'unica arma che abiamo per vivere una vita più o meno normale e con pochissime restrizioni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!