Iscriviti

Coronavirus, Ema verso approvazione vaccino Pfizer-BioNTech in Europa

L' agenzia europea del farmaco potrebbe approvare il vaccino anti Covid entro il 23 dicembre, questo vuol dire che le vaccinazioni in Italia potrebbero cominciare entro il 28 o 29 dicembre.

Salute
Pubblicato il 15 dicembre 2020, alle ore 15:10

Mi piace
1
0
Coronavirus, Ema verso approvazione vaccino Pfizer-BioNTech in Europa

L’agenzia europea del farmaco, Ema, potrebbe approvare il vaccino anti Covid già il prossimo 23 dicembre. Lo riferisce la Bild, che cita fonti provenienti dalla Commissione UE e dallo stesso governo tedesco. Secondo quanto si apprende il via libera all’utilizzo del vaccino, e quindi alla conseguente messa in commercio della cura, potrebbe arrivare già nelle prossime settimane. Ciò vorrà dire che tra il 28 e il 29 dicembre in Italia potrebbero cominciare le prime vaccinazioni contro il coronavirus. Si tratta di un obiettivo che le autorità intendono raggiungere nel più breve tempo possibile, in quanto la pandemia continua ad avanzare in tutto il mondo.

SkyTg24 riferisce che in Germania la vaccinazione anti Covid potrebbe cominciare già il 26 dicembre, anche se il Ministro della Salute tedesco, Jens Spahn, ha dichiarato che per arrivare a questo traguardo il vaccino dovrà essere approvato dall’Ema entro Natale. Solo dopo di ciò si potrà cominciare a organizzare la distribuzione così come previsto dai protocolli sanitari delle varie nazioni europee. Comunque l’approvazione della cura da parte di Ema dovrebbe arrivare al massimo entro il 29 dicembre.

Francesco Boccia: “Mi auguro che stagione dei negazionisti sia cancellata”

Sulla questione vaccini e coronavirus è intervenuto anche il Ministro italiano per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, il quale ha dichiarato che i prossimi mesi saranno molto difficili, in quanto il virus continuerà a circolare. Per questo c’è bisogno di fare la massima attenzione. Boccia nelle scorse ore ha eseguito un sopralluogo a Bitti, cittadina sarda devastata dalle recenti alluvioni, e proprio in quest’occasione ha ricordato che nella giornata di domani 16 dicembre il Governo terrà una riunione conclusiva sul piano vaccini anti Covid.

Secondo Boccia in questo periodo di Natale bisognerebbe mettere in sicurezza gli ospedali e gli italiani dovrebbero continuare ad autodisciplinarsi. “Mi auguro che la stagione dei negazionisti sia cancellata per sempre” – così ha riferito Boccia durante l’evento tenuto a Bitti. Il Ministro ha fatto presente che, ad oggi 15 dicembre, 65.000 italiani hanno perso la vita a causa del Covid-19.

Boccia si ritiene inoltre soddisfatto del sistema di divisione in fasce di rischio adottato dall’Italia durante questa seconda ondata e ha informato la popolazione che questa soluzione ha funzionato, impedendo di fatto un nuovo lockdown totale che sarebbe risultato deleterio anche per l’economia del nostro Paese. Il Ministro ha comunque ribadito che senza la salute non ci può essere il business, per cui, in sostanza, il ritorno alla piena normalità dovrà attendere ancora diverso tempo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Finalmente l'Europa può sperare in un vaccino anti Covid. La gente si augura che la cura venga immessa presto sul mercato, in modo da poter porre un freno alla pandemia e tornare alla vita normale. Questo però non sarà comunque possibile fino a quando la maggior parte della popolazione mondiale non sarà vaccinata contro il Covid, o almeno fino a quando la pandemia non si sarà placata. Rispettare le regole potrà essere quindi l'unico modo, ancora, per difendersi da un eventuale contagio.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!