Iscriviti

Cinque tazze al giorno di caffè contro il tumore al fegato

Una recente ricerca, basata a sua volta sui dati di 26 studi e di 2,25 milioni di persone, ha dimostrato che bere cinque tazze di caffè al giorno ridurrebbe della metà il rischio di sviluppare il tumore al fegato.

Salute
Pubblicato il 26 maggio 2017, alle ore 20:40

Mi piace
15
0
Cinque tazze al giorno di caffè contro il tumore al fegato

Bere caffè non è solo un’abitudine per iniziare bene e con energia la giornata, ma anche un modo per restare in salute. La scienza, dopo aver scoperto che il caffè aiuta a prevenire il cancro alla prostata, ha individuato un’altra proprietà positiva della bevanda più amata dagli italiani.

Secondo una ricerca condotta dall’Università di Southampton e dall’Università di Edimburgo, sotto la guida di Oliver Kennedy, bere caffè riduce il rischio di sviluppare anche il cancro al fegato, scientificamente chiamato carcinoma epatocellulare (HCC).

Il cancro al fegato è per diffusione il sesto tumore al mondo e la terza causa di morte per cancro, anche a causa dei suoi sintomi poco specifici. In particolare, secondo questa ricerca, una tazza al giorno porterebbe ad una diminuzione del rischio pari al 20%, due tazze ad una riduzione del 35% e cinque tazze ad una riduzione del 50%.

L’aspetto interessante e curioso è che l’effetto, seppur più contenuto, è stato riscontrato anche con l’assunzione di caffè decaffeinato. Per arrivare a questi importanti risultati, pubblicati su Bmj Open, i ricercatori hanno preso in esame i dati di 26 studi differenti, condotti su un numero complessivo di 2,25 milioni di persone.

Oliver Kennedy ha commentato: “Non stiamo suggerendo che tutti dovrebbero iniziare a bere cinque tazze di caffè al giorno. Occorrono più indagini su potenziali rischi dell’assunzione di alte dosi di caffeina, e ci sono già evidenze che questo debba essere evitato in alcuni gruppi, come le donne incinte . Ma i nostri risultati rappresentano un importante sviluppo, dal momento che il carcinoma epatocellulare è in aumento a livello globale“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesca Paola Scimenes

Francesca Paola Scimenes - Proprio perché i casi di carcinoma epatocellulare sono in crescita nel mondo e proprio perché il tasso di sopravvivenza non è uno dei più elevati, ritengo che questa scoperta possa avere una sua utilità. Questa ricerca ci mostra come sia possibile unire il piacere di bere una tazza di caffè alla prevenzione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!