Iscriviti

Birre con antiparassitari vendute nei supermercati: lo rivela una rivista francese

Il magazine francese "60 Millions Consommateurs" ha pubblicato uno studio che rivela che tre birre su quattro dei marchi più venduti contengono antiparassitari. Il problema però non riguarderebbe solo le birre.

Salute
Pubblicato il 2 luglio 2018, alle ore 18:07

Mi piace
3
0
Birre con antiparassitari vendute nei supermercati: lo rivela una rivista francese

La birra è considerata una delle bibite preferite da tantissime persone. Molte di loro non saranno sicuramente felici di sapere che tre birre su quattro vendute nei supermercati contengono tracce di antiparassitari. Questo è quanto è stato scoperto da uno studio reso pubblico lo scorso 28 giugno dalla rivista francese 60 Millions de Consommateurs.

Tale studio effettuato nei laboratori, ha consentito di rilevare la presenza di circa 250 molecole appartenenti a questi complessi chimici in 45 birre (di cui 39 sono bionde e 6 bianche).

Come è stato realizzato lo studio?

Per realizzare questo studio sono state esaminate nel dettaglio 35 birre appartenenti a marche piuttosto conosciute. Al termine della ricerca queste birre sono state sottoposte ad un controllo, durante il quale è stato rilevato che in 25 bottiglie si trovavano tracce di antiparassitari e residui di glifosato.

E’ però necessario spiegare che tali residui non erano presenti in grandi misure e al contrario dei livelli di antiparassitari sono stati individuati in quantità ridotta. Infatti, secondo quanto rilevato dalle prime indiscrezioni, per poter superare quella che è la quantità giornaliera concessa di glifosato si dovrebbero consumare almeno due litri di birra al giorno. Ma quali birre sono state esaminate e dunque finite nel mirino delle accuse?

Per il momento, non è possibile dare una risposta certa. In effetti, secondo quanto individuato nelle ultime ore, il magazine 60 Millions de Consommateurs non ha ancora reso nota la lista intera delle birre all’interno delle quali è stato trovato l’antiparassitario. Tale lista verrà pubblicata nella prossima edizione della rivista francese a luglio-agosto.

Il magazine francese 60 Millions de Consummateurs è stato fondato nel dicembre 1970 ed è curato dal National Institute of Consumption, società pubblica di matrice industriale e commerciale. Inoltre, è una testata giornalistica senza pubblicità commerciale, per assicurare la sua indipendenza in relazione a produttori e distributori. Il suo sito online contiene articoli di notizie rivolte ai consumatori in versioni digitali e una molteplicità di strumenti come un manuale interattivo sui mutui immobiliari.

L’allarme antiparassitari colpisce anche le bacche di goji

L’allarme antiparassitari all’interno della birra ha interessato anche altri alimenti. Si è trattato anche delle bacche di goji, sempre più in voga anche in Italia e consigliate soprattutto per le loro notevoli proprietà antiossidanti. Queste ultime sono state ritirate dal mercato per il pericolo chimico per presenza di carbofurano e propargite oltre i limiti massimi concessi.

Il Ministro della Salute ha divulgato l’allarme nella pagina “Avvisi di sicurezza” che si dedica proprio a questo tipo di problematiche. Nella comunicazione sono state rese note tutte le istruzioni che possono fornire con cura anche le probabilità di evitare i pericoli su altri alimenti. Una notizia che ci rende sempre più prudenti sui cibi che andiamo ad acquistare per utilizzarli nelle nostre ricette.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Katia Di Luna

Katia Di Luna - Questo è un allarme riguarda parecchi alimenti e bevande sospettati di contenere sostanze nocive. E’ giusto diffondere questi messaggi d’allerta per non rischiare di compromettere la salute del nostro organismo. Grazie alle ricerche scientifiche e alle informazioni dei media, possiamo prestare maggiore attenzione a ciò che acquistiamo.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

02 luglio 2018 - 20:34:31

Le preferisco senza.

0
Rispondi