Iscriviti

Bere acqua aiuta i bambini a mantenere la mente elastica

Secondo una ricerca dell’Università dell'Illinois, bere la giusta quantità di acqua aiuta i bambini ad avere una mente più elastica e quindi migliori prestazioni cognitive.

Salute
Pubblicato il 22 aprile 2020, alle ore 12:33

Mi piace
8
0
Bere acqua aiuta i bambini a mantenere la mente elastica

Gli esperti raccomandano di bere sempre almeno 2 litri di acqua al giorno, dal momento che l’acqua è una delle componenti essenziali del nostro organismo (qualsiasi reazione chimica all’interno del nostro organismo avviene nell’acqua) e assumerne la giusta quantità quotidiana ci consente di mantenere idratato il nostro corpo. Basti pensare che con una disidratazione del 2% l’organismo non riesce già più a regolare correttamente la temperatura corporea.

I bambini sono una delle categorie più a rischio perché lo stimolo della sete non è in loro ancora ben sviluppato e quindi sarebbe opportuno che i genitori controllino la quantità d’acqua che i propri figli bevono sia durante i pasti che fuori dai pasti. Secondo un recente studio, condotto da un team di ricercatori dell’Università dell’Illinois e pubblicato su The Journal of Nutrition, bere la giusta quantità di acqua può influenzare le prestazioni cognitive dei bambini, evitando episodi di debolezza, fatica muscolare, confusione mentale.

Per arrivare a questa conclusione i ricercatori hanno condotto un test reclutando bambini tra i 9 e gli 11 anni di età, che sono stati poi divisi in due gruppi: un primo gruppo a cui era stata limitata l’assunzione di acqua e un secondo invece a cui era stato fatto assumere semplicemente il giusto quantitativo.

I risultati hanno evidenziato che i bambini con maggiore idratazione erano quelli con risultati migliori sulle attività e i test effettuati poiché avevano dimostrato una maggiore flessibilità cognitiva.

La dottoressa Elisabetta Bernardi, Biologa specialista in Scienza dell’Alimentazione e membro dell’Osservatorio Sanpellegrino, ha spiegato: “Nei bambini […] esistono specificità fisiologiche che necessitano di un giusto equilibrio idrico, come ad esempio la progressiva maturazione della funzione renale che si protrae fino a circa 2 anni di età. In più i bambini avendo un più alto rapporto di superficie epiteliale rispetto alla massa corporea hanno una maggiore sudorazione e quindi una maggiore perdita d’acqua attraverso la pelle che va quindi reitegrata”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesca Paola Scimenes

Francesca Paola Scimenes - Ritengo che sia molto importante per il benessere e la salute del nostro organismo bere giornalmente la giusta quantità di acqua. D'altronde il fatto stesso che il nostro corpo sia in gran parte costituito da acqua ci suggerisce quanto questo elemento sia fondamentale per il corretto funzionamento del nostro organismo. Quindi sarebbe ideale monitorare sempre quanta acqua stiamo bevendo noi in primis e controllare anche i nostri bambini.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!