Iscriviti

Allarme Francia: i pannolini usa e getta dei bambini contengono sostanze tossiche

Uno studio francese ha riscontrato che i pannolini usa e getta contengono numerose e pericolose sostanze nocive e cancerogene. Queste possono causare patologie di varia natura nel bambino

Salute
Pubblicato il 25 gennaio 2019, alle ore 07:56

Mi piace
6
0
Allarme Francia: i pannolini usa e getta dei bambini contengono sostanze tossiche

L’ANSES, l’agenzia nazionale francese per la sicurezza sanitaria alimentare, ambientale e del lavoro, ha divulgato una ricerca secondo cui i pannolini usa e getta contengono diverse sostanze nocive e cancerogene.

Lo studio è stato condotto dagli scienziati del Service Commun des Laboratoires (SCL) e dell’Institut National de la Consommation (INC) per conto dell’ANSES. Questo ha richiesto due anni d’indagini, dal 2016 al 2018, per poter analizzare le componenti dei pannolini usa e getta delle marche più diffuse su tutto il territorio francese. Alcune di queste sono commercializzate anche in Italia.

I risultati dell’indagine

Durante le analisi effettuate dagli scienziati ingaggiati per il progetto, sono state individuate 60 sostanze tossiche. L’Anses tiene a precisare che non è ancora stato accertato se esista una relazione tra le componenti chimiche presenti nei pannolini con rischi per la salute del bambino.

Tra le sostanze rivelate c’è la cellulosa, diverse materie plastiche e chimiche come il glisofato, gli idrocarburi, i pesticidi, i furani e le diossine; inoltre sono stati identificati diversi profumi per ridurre i cattivi odori. Questi elementi chimici sono considerati cancerogeno dall’IARC, l’agenzia internazionale per la ricerca sul cancro, e insieme ai profumi, possono causare danni al bambino. In particolare, possono determinare rash cutanei di varia natura a causa dei batteri che possono superare la barriera di protezione della pelle ancora troppo delicata. Inoltre, le sostanze chimiche possono influire sullo sviluppo del bambino, creare alterazioni del sangue e delle urine e malattie agli organi, tra cui il fegato.

L’Anses, quindi, invita e sollecita le aziende produttrici di pannolini usa e getta a controllare ed eliminare le sostanze nocive riscontrate; inoltre, suggerisce di riportare sulla confezione del prodotto le materie utilizzate. E’ da segnalare che l’agenzia cita, con una nota di merito, la Pampers, azienda che in passato era stata accusata per la presenza di queste componenti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giovanna Barone

Giovanna Barone - Il pannolino è strettamente a contatto con la pelle del bambino. Di conseguenza, è necessario fare attenzione qualora si notino dei segni di irritazione sulla sua pelle. Così come ci stiamo abituando a leggere le etichette dei prodotti alimentari, per conoscere la sua tracciabilità, è utile leggere sempre quali materiali sono stati utilizzati per produrre i pannolini dei bambini.

Lascia un tuo commento
Commenti
Caterina Perna
Caterina Perna

25 gennaio 2019 - 15:04:38

Accidentiii

0
Rispondi