Iscriviti

Agenzia europea del Farmaco: in arrivo la tisana certificata

L'ema ha certificato i principi attivi di molte piante. In Italia sono circa mille le catalogazioni di fitoterapici. Si concretizza l'importanza dei rimedi naturali.

Salute
Pubblicato il 19 novembre 2017, alle ore 12:38

Mi piace
6
0
Agenzia europea del Farmaco: in arrivo la tisana certificata

In un recente studio, iniziato nel 2004 il Comitato europeo responsabile, ha accertato e verificato il potere dei fitoterapici. Sono così stati elencanti i principi attivi e proprietà attive di alcune piante comuni. E di conseguenza l‘Agenzia europea del farmaco (EMA), ha formalizzato il potere delle erbe curative.

Tra i primi posti troviamo la valeriana indicata come sedativo, unica al quale è stata conferita la dicitura di fitoterapico a scopo medico. Poi troviamo la camomilla, particolarmente consigliata in caso di problemi gastrointestinali, irritazioni, mal di gola e raffreddore.

Certificazione europea

Le erbe studiate dal Committee on Herbal Medicinal Product sono circa duecento. Egli può rilasciare due tipi di certificazioni. I fitoterapici di uso “ben noto”, che sono presenti in Europa da dieci anni; sul quale sono già stati effettuati degli studi che ne dimostrino la loro efficacia. Fitoterapici “tradizionali” definiti sicuri dopo accertamenti e controlli. L’Agenzia europea del farmaco ha elencato le dosi massime utilizzabili per scongiurare effetti indesiderati. Ad esempio, il limite per la radice di valeriana è venti grammi, altrimenti si va in overdose.

Quello dei fitoterapici è un business in aumento. Secondo l’Agenzia italiana del farmaco (AIFA) le registrazioni di prodotti fitoterapici in Italia sono passate da 2 circa 12 anni fa, a più di mille oggi (2017). Secondo degli studi effettuati nei Paesi europei,  su circa due mila persone, la piante più utilizzata è il Gingko Biloba.

Benefici del Gingko

Il Gingko è tra le piante più utilizzate anche grazie ai suoi benefici. Questa pianta infatti svolge un effetto positivo nei confronti della circolazione; aiutando l’ossigenazione del sangue. Agisce positivamente sulla circolazione centrale e periferica, donando sollievo in caso di gonfiore degli arti o pesantezza legati a problemi circolatori.

Il Ginkgo Biloba svolge azione sul microcircolo cerebrale: migliora quindi la memoria a breve termine e la capacità di concentrazione. Svolge azioni preventive nei rischi cardiovascolari ed è ricco di antiossidanti.

Inoltre questa pianta è efficace come rimedio naturale contro le allergie. Oltre ad essere un ottmi stabilizzatore dell’umore.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Serena Spaventa

Serena Spaventa - Sono felice che i rimedi naturali come le tisane acquistino sempre più importanza nella nostra società. Nella natura abbiamo tante cose che possono aiutarci a prevenire e curare dei malanni ed è giusto conoscerli e usufruirne. Certificare questi prodotti vuole dire avere la certezza che siano controllati e che quindi la loro efficacia sia assicurata.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!