Iscriviti

Zoo rimuove gli artigli a una leonessa per farla giocare con i visitatori

Nello zoo di Rafah, nella striscia di Gaza, hanno deciso di rimuovere gli artigli ad una leonessa per permetterle di giocare con i visitatori. Il tutto è stato fatto senza anestesia, nella polvere e in presenza del pubblico.

Natura e Animali
Pubblicato il 20 febbraio 2019, alle ore 00:30

Mi piace
10
0
Zoo rimuove gli artigli a una leonessa per farla giocare con i visitatori

L’uomo continua a snaturare gli animali per raggiungere i propri scopi. Falestina, una leonessa di 14 mesi che vive nello zoo di Rafah, al confine tra la Striscia di Gaza e l’Egitto, è stata privata dei suoi artigli per decisione del proprietario del bioparco, il quale ha agito per permettere ai visitatori di avvicinarsi e giocare con l’animale.

Gli artigli le sono stati rimossi con una pratica crudele: senza anestesia ma con solo un tranquillante per evitare reazioni incontrollate dell’animale, con l’uso di pinze, una rete sul muso, in mezzo alla polvere e con un uomo che la teneva schiacciata a terra; il tutto è accaduto davanti agli occhi dei visitatori, tra i quali c’erano anche tanti bambini.

L’operazione è avvenuta all’interno della gabbia, perchè a Gaza non ci sono ospedali veterinari. Inoltre per la leonessa non è stata presa nessuna precauzione, esponendola così anche ad un rischio di infezione. Falestina, una volte terminata l’operazione, è apparsa sin da subito angosciata e ha tentato di grattare un palo della sua recinzione con le zampe senza artigli. In seguito, appena la leonessa si è calmata è stato permesso ai visitatori di entrare nella gabbia per giocare con lei e fare una foto.

Mohammed Jumaa, proprietario dello zoo, ha dichiarato senza problemi che l’operazione era necessaria per ridurre il più possibile l’aggressività del felino e per permetterle di giocare con i visitatori, in modo particolare per rendere felici tutti i bambini. A sostenere la scelta del proprietario è stato Fayez Al-Haddad, il veterinario che ha eseguito l’atroce operazione, aggiungendo che lo zoo deve sostenere delle spese sempre più elevate e con questo intervento sperano di attirare più visitatori.

Intanto le foto dell’operazione, nelle quali appaiono evidenti lo spaesamento e la rassegnazione provati dalla povera leonessa, stanno facendo il giro del mondo, indignando, commuovendo e provocando molte polemiche e proteste. L’uomo è capace di tutto pur di raggiungere i propri obiettivi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Elisabetta Monda

Elisabetta Monda - Oramai l'uomo non si pone più alcun limite, pensa che tutto gli sia concesso, non ha più alcun rispetto di ciò che lo circonda. Non solo hanno deciso di snaturare la povera leonessa, ma lo hanno fatto anche in modo atroce, senza anestesia e senza precauzioni per il povero animale e, inoltre, davanti agli occhi dei visitatori, tra i quali erano presenti diversi bambini.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!