Iscriviti
Venezia

Venezia, appiccano un incendio alle casette di un gattile: arrestati

Tre giovani decidono di dare alle fiamme un rifugio per gatti, ma sono stati colti in flagranza di reato e arrestati.

Natura e Animali
Pubblicato il 18 maggio 2021, alle ore 14:52

Mi piace
7
0
Venezia, appiccano un incendio alle casette di un gattile: arrestati

I danni, le violenze che gli esseri umani infliggono agli animali, in particolare modo a cani e gatti, sono inenarrabili e spesso a rimetterci sono proprio i nostri amici a quattro zampe. In provincia di Venezia, tre giovani sono stati arrestati per aver dato fuoco alle casette di un rifugio per gatti. Sono giovani già noti per una serie di reati del genere. Vediamo cosa è successo.

I tre giovani colpevoli, ovvero un 20enne, un 19enne e anche un 17enne, sono stati colti sul fatto e, proprio per l’accusa, arrestati. Il fatto è accaduto ad Acquamarza di Caverzere, in provincia di Venezia, dove i tre hanno appiccato un incendio alle casette in cui si trovavano i gatti di un rifugio. Pensavano di agire indisturbati e il loro intento è stato fermato in tempo, dal momento che speravano di poter incendiare anche altre casette nei dintorni.

Le casette per i gatti sono state allestite dagli stessi volontari del rifugio e i giovani sono stati colti in flagranza di reato dai Carabinieri di Chioggia. Un atto e un gesto di grande crudeltà che, qualora non fossero intervenuti, avrebbe potuto causare conseguenze ancora più devastanti e terribili. Le forze dell’ordine hanno deciso di andare a fondo della situazione facendo un po’ di indagini nella vita dei tre giovani in modo da capire ulteriori dettagli.

In seguito a una perquisizione sia personale, ma anche domestica, si è scoperto che i tre possedevano del materiale incendiario e sostanze infiammabili in vari contenitori di plastica in modo da usarli in qualsiasi momento, proprio come è successo. Tra l’altro, non era la prima volta che i tre agivano in questo modo, in quanto sono già stati scoperti in passato per una condotta similare.

L’anno scorso si sono resi protagonisti di altri incendi sempre nello stesso tipo di strutture, ma nelle zone di Caverzere e Cona. Più volte hanno agito in maniera indisturbata dando alle fiamme rifugi di animali senza che mai nessuno li beccasse, eccezion fatta per questa volta. Il 20enne e il 19enne sono ora agli arresti domiciliari, mentre il 17enne è stato denunciato.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Un atteggiamento vergognoso. A quanto pare, i gatti stanno bene, ma sicuramente si saranno spaventati molto. Purtroppo non è la prima volta che i tre giovani si comportano in questo modo e spero davvero che venga inflitta loro una pena molto severa. La violenza sugli animali è un reato e come tale va punito. Finalmente ora, forse, la smetteranno di agire indisturbati come nulla fosse.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!