Iscriviti
Milano

Un signore lascia morire il suo cane per ustioni: è stato denunciato

Il cane si era bruciato accidentalmente nel suo giardino, ma il padrone di casa non ha fatto nulla per evitare l'incendio. Ora l'uomo è stato denunciato per gravi maltrattamenti, mentre il cane è stato soppresso a causa delle gravi condizioni in cui versava.

Natura e Animali
Pubblicato il 22 aprile 2017, alle ore 16:47

Mi piace
12
0
Un signore lascia morire il suo cane per ustioni: è stato denunciato
Pubblicità

La vicenda si è svolta nel giardino di una villetta di Carugate, un comune nella provincia di Milano. Sabato 15 aprile, il proprietario di questa piccola villa ha acceso un fuoco per bruciare sterpaglie ed altre cose inutili.

Il suo cane, che viveva con lui, un bell’esemplare di cane dalmata, è stato inavvertitamente investito da una lingua di fuoco ed ha iniziato a prendere fuoco lungo tutto il suo corpo. Mentre bruciava, il suo padrone non ha fatto nulla per cercare di spegnere le fiamme, forse paralizzato dal terrore e dalla paura, fatto sta che il povero animale da compagnia si è salvato, ma le ustioni causate da quella improvvisa fiammata hanno irrimediabilmente danneggiato il suo corpo.

Una vicina di casa, quattro giorni dopo, ha visto che il cane versava in condizioni di salute gravissime e per questo ha segnalato il fatto all’ENPA che, tramite la sua sezione milanese, è giunta molto rapidamente alla villetta di Carugate per controllare e verificare come si fossero svolti i fatti.

Le guardie zoofile ed i Carabinieri sono intervenuti in serata e non hanno potuto fare altro per il povero dalmata di 14 anni: il suo corpo era pieno di ferite ed ustioni e le piaghe in putrefazione erano diventate pasto per le larve. Di fronte a questa situazione, le guardie zoofile non hanno esitato ed hanno soppresso il cane.

I volontari raccontano che in quasi quarant’anni di servizio per la cura degli animali non hanno mai visto nulla di simile e di così raccapricciante. Il padrone di casa, un 55enne. è stato denunciato a causa della presunta violazione dell’articolo 544 ter del Codice Penale, in merito al maltrattamento degli animali.

Durante le udienze, il 55enne dovrà spiegare per bene come si sono svolti i fatti e perché non ha fatto nulla per salvare il proprio dalmata.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Il proprietario di questo cane dalmata, incredibilmente, non ha agito e non ha salvato il proprio cane dalle fiamme che hanno avvolto sfortunatamente il suo corpo in men che non si dica. Nemmeno quando le fiamme si sono estinte questo signore non ha fatto nulla per salvare il dalmata e per questo è stato denunciato dalle forze dell'ordine per maltrattamento di animali. Una vicenda sconcertante, tanto più che le guardie zoofile che hanno accompagnato i carabinieri in questa operazione hanno detto di non aver visto nulla di simile in molti anni di servizio. Una situazione scabrosa e di non curanza per la quale questo signore dovrà rispondere di fronte alla giustizia.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!