Iscriviti

Taiwan: cane distrugge il passaporto della proprietaria che doveva recarsi a Wuhan

Un cane potrebbe aver salvato la sua proprietaria, distruggendo il suo passaporto. La donna doveva partire per la Cina, precisamente per Wuhan, pochi giorni dopo che la notizia del contagio da coronavirus si stava espandendo.

Natura e Animali
Pubblicato il 28 gennaio 2020, alle ore 19:48

Mi piace
14
0
Taiwan: cane distrugge il passaporto della proprietaria che doveva recarsi a Wuhan

La notizia che ha del surreale arriva da Taiwan, dove un Golden Retriver di nome Kim potrebbe aver salvato la vita alla sua proprietaria. La donna, infatti, si stava accingendo a prendere un volo per la Cina, precisamente per la città di Wuhan, quando il suo amico a quattro zampe le ha distrutto il passaporto impedendole di partire.

Probabilmente il gesto è stato dettato dalla noia o semplicemente dalla voglia di giocare di Kim ma, considerata la pericolosità della situazione generata dal contagio di coronavirus, potrebbe aver salvato la vita alla sua padrona. La città di Wuhan, infatti, è il luogo in cui ha avuto inizio la diffusione del virus che, tutt’ora, si sta espandendo in altri Paesi.

Il coronavirus continua a mietere vittime: secondo i dati diffusi dalle autorità governative, ad oggi, si contano 106 decessi registrati in Cina e oltre 4000 persone infette. Alcuni presunti casi si sono presentati anche in Germania, in Italia, dove una turista cinese è stata ricoverata nell’Ospedale di Pistoia, e in Costa D’Avorio.

Inizialmente, la proprietaria del Golden Retriever, si sarebbe arrabbiata molto con Kim; solo dopo qualche giorno, realizzando la gravità della situazione sanitaria nella città della Cina, avrebbe condiviso un messaggio su Facebook: “Il mio cane mi ha protetta distruggendomi il passaporto“, inizia la donna, ringraziando il cane. “Non sono potuta partire quel giorno, e poco dopo il virus ha iniziato ad espandersi a Wuhan“.

La donna stessa continua a chiedersi se, a guidare il cane nella distruzione del passaporto, sia stato il sesto senso che spesso si attribuisce agli animali o se la situazione sia stata solo un aiuto del destino; in ogni caso, afferma: “Per fortuna io quel giorno non sono partita“. Ad oggi, la donna, non riesce a smettere di ringraziare il suo Kim, conscia che durante il viaggio avrebbe potuto ammalarsi gravemente: “Voglio solo essere una principessa sempre al tuo fianco“, è la sua ultima dedica al suo amico a quattro zampe condivisa sul social network.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Laura Filippi

Laura Filippi - La storia del Golden Retriever che ha distrutto il passaporto alla sua proprietaria sembra essersi risolta nel migliore dei modi. Personalmente credo poco al sesto senso, preferendo l'ipotesi legata al caso ed alla voglia di giocare del cane, ma in questo frangente poco importa: senza l'intervento dell'animale la donna poteva rischiare il contagio.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!