Iscriviti

Stella, la cagnolina di quartiere è stata trovata morta

Il povero animale è stato trovato senza vita, i residenti erano molto affezionati a questa cagnolina. Vediamo che cosa è successo e in quale località, tantissimo il dispiacere delle persone.

Natura e Animali
Pubblicato il 27 settembre 2022, alle ore 17:01

Mi piace
0
0
Stella, la cagnolina di quartiere è stata trovata morta

Ascolta questo articolo

Gli animali domestici come cani e gatti sono davvero bellissimi. La loro compagnia per alcune persone è irrinunciabile, e pensiamo a quanto bene faccia avere un animale domestico in casa. Avere anche un cagnolino in casa sicuramente mette di buon umore i padroni, che più di quanto si creda assistono a volte impotenti a qualche marachella combinata dai propri fidi. Insomma, la compagnia di un animale è davvero garantita, basti pensare che i cani sono tra gli animali che si affezzionano di più.

La storia che vi stiamo per raccontare a partire dai prossimi paragrafi ci fa capire però quanto possa essere crudele l’essere umano nei confronti degli animali. Spesso, durante la bella stagione, ma non solo ovviamente, alcune persone decidono di liberarsi dei propri cani, abbandonando questi ultimi in ogni dove. E purtroppo la storia in questione ha un triste finale. 

Cagnolina trovata morta

Secondo quanto si apprende dalla stampa nazionale italiana, Stella, una cagnolina di quartiere a Palermo, è stata trovata senza vita. Il ritrovamento è avvenuto nella mattinata del 19 settembre scorso, ma la notizia sta facendo il giro del web e dei giornali anche in queste ore. Stella era regolarmente iscritta all’anagrafa canina.

Questo perchè in Sicilia esiste una specifica normativa che disciplina l’adozione dei randagi da parte di un determinato quartiere del Comune di riferimento. Da quanto è dato sapere dalle informazioni che giungono dalla Sicilia, pare che la cagnolina, una meticcia, sia stata uccisa in maniera violenta. 

Sull’accaduto stanno indagando le forze dell’ordine, che sono state avvisate dai residenti di via Stazzone. Gianluca Gravante, volontario animalista dell’associazione L.I.D.A. di Palermo e tutore della stessa Stella, ha raccontato alla testata Kodami che cosa è accaduto. “Il mio cuore si è fermato per qualche secondo quando ho visto la mia povera Stella riversa a terra con il cranio spaccato a metà. Ho pianto e sofferto molto ma ho cercato di restare lucido perché qualcuno doveva avvisare le autorità” – questo il terribile racconto di Gravante. Adesso i residenti si aspettano che venga fatta giustizia.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fede Sanapo

Fede Sanapo - Queste notizie ci fanno capire quanto crudele possa essere l'uomo nei confronti degli animali, sicuramente le forze dell'ordine risuciranno a fare chiarezza su quanto accaduto alla cagnolina Stella a Palermo. Una vicenda davvero squallida, gli autori di questo gesto dovranno pagare a carissimo prezzo quanto commesso. Le indagini appunto sono ancora in corso.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.