Iscriviti

Stati Uniti, runner americano uccide un puma a mani nude

È accaduto su un'altura delle Rocky Mountains: l'uomo, ferito in modo grave ma non in pericolo di vita, sarebbe stato attaccato dal felino. Per salvarsi la vita, il corridore lo avrebbe ucciso a mani nude.

Natura e Animali
Pubblicato il 6 febbraio 2019, alle ore 12:07

Mi piace
5
0
Stati Uniti, runner americano uccide un puma a mani nude

Un trail runner americano, specializzato in corse in montagna, è stato attaccato ieri da un puma (con un altro esemplare avvistato un paio di anni fa anche in Italia) mentre correva da solo su una cima delle Rocky Mountains, in Colorado, e ha dovuto abbatterlo a mani nude, soffocandolo con le braccia, per non rischiare la propria vita. L’uomo sarebbe stato ferito in modo grave, ma non sarebbe in pericolo di vita.

La vicenda del corridore è stata ricostruita dal Colorado State Parks and Wildlife Service (Cpw): il runner stava correndo tranquillo quando ha avvertito una presenza dietro di lui. Si è voltato per capire cosa fosse, e si è ritrovato improvvisamente con il felino addosso che ha iniziato a morderlo ferocemente in varie parti del corpo.

A questo punto l’uomo, per salvarsi da una morte certa, ha dovuto lottare con tutte le sue forze contro la belva. Un esemplare maschio dal peso di circa 36 chili. “Il puma si è gettato su di lui, mordendolo sulla faccia e al polso” si legge in una nota diramata dal Cpw. La direzione del Servizio parchi del Colorado avrebbe fatto sapere che si sarebbe trattato di “autodifesa”.

Il runner, infatti, nonostante fosse stato ferito dall’aggressione dell’animale, è riuscito ad afferrarlo per la gola. Il puma ha tentato di svincolarsi, ma inutilmente. L’uomo è riuscito a strangolarlo, spinto sicuramente più dalla paura e dall’istinto di sopravvivenza che da una reale forza fisica. La carcassa della belva è stata trovata a pochi metri dal luogo dell’aggressione.

Il funzionario del Cpw, Ty Petersburg, ha dichiarato che attacchi di questo tipo sono rari in Colorado, e che le persone uccise dai puma negli ultimi cento anni, negli Stati Uniti, habitat naturale del felino, sono state meno di venti. In Colorado, dal 1990 a oggi, le vittime di attacchi da parte dei felini sarebbero state di tre morti e sedici persone ferite. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Mario Barbato

Mario Barbato - Qui la legittima difesa c'è tutta. Se l'uomo non avesse avuto la forza di uccidere la fiera, sarebbe finito sicuramente in pasto alla stessa. Con i puma non ci puoi ragionare. Non sono uomini: speriamo solo che adesso non intervenga qualche fanatico animalista secondo il quale l'uomo doveva farsi sbranare per non far del male all'animale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!