Iscriviti

Sicilia: il cane antidroga Alex fiuta la droga nelle mutande di un turista

Un turista francese è finito nei guai: sbarcato in Sicilia, ha tentato di nascondere la droga nelle mutande, ma il fiuto del cane Alex ha permesso di scoprire il trucco.

Natura e Animali
Pubblicato il 22 gennaio 2020, alle ore 20:04

Mi piace
18
0
Sicilia: il cane antidroga Alex fiuta la droga nelle mutande di un turista

Un giovane turista francese è partito da Parigi con un gruppo di amici per venire in Italia, precisamente in Sicilia, a trascorrere un periodo di vacanza. Il giovane aveva con sé delle sostanze stupefacenti e, per evitare i controlli agli imbarchi ed alle dogane, ha nascosto il tutto nelle mutande, per evitare in questo modo di essere scoperto.

Lo sbarco è avvenuto all’aeroporto palermitano di Punta Raisi, dove a vegliare su eventuali passaggi di sostanze illecite e di materiale pericoloso sono costantemente presenti la Guardia di Finanza ed i funzionari dell’Ufficio delle Dogane, che controllano qualunque sospetto passi dai varchi e dai metal detector della struttura aeroportuale.

Quando il giovane, con i suoi amici, è passato accanto al cane Alex, uno dei migliori cani antidroga in servizio con gli agenti della Finanza, quest’ultimo ha avvertito a suo modo i militari, abbaiando. Gli uomini hanno immediatamente fermato il ragazzo ed una veloce perquisizione, guidata dal fiuto di Alex, ha permesso di scoprire sette grammi di droga nascosta proprio negli indumenti intimi.

Secondo quanto rivelato dalle forze dell’ordine, il tentativo di nascondere la droga tra gli indumenti intimi sta diventando un modo estremo per cercare di falsare i controlli dei cani antidroga i quali, però, sono in grado lo stesso di rilevare gli stupefacenti anche così, perché questi prodigi canini sono capaci di trovare le sostanze illecite in contesti ben più complessi.

Anche il cane Ugo è in servizio presso il complesso aeroportuale palermitano e, con lo stesso Alex, ha permesso tempo addietro di fare una scoperta simile, su una passeggera anch’essa sbarcata dalla Francia, la quale aveva nascosto nove piccole confezioni di hashish nelle parti intime, per un totale di venti grammi di stupefacenti: questi cani offrono un servizio fondamentale alle forze dell’ordine, che altrimenti avrebbero delle difficoltà a scoprire questi transiti per nulla legali.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Il fiuto del cane antidroga vince sempre: è inutile tentare di nascondere la droga negli indumenti intimi, tanto non cambia niente. Lo dimostra il cane Alex in questa occasione, fermando un ragazzo francese che tentava di farla franca; anche il suo collega canino Ugo è stato protagonista di medesime scoperte, fermando turisti disposti a tutto pur di entrare in Italia con droga, presumibilmente da consumare per uso personale. Per fortuna questi cani sventano questi avvenimenti e tutto si conclude con il fermo dei colpevoli. Un grazie sentito agli agenti addetti alle frontiere ed ai loro straordinari cani.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!