Iscriviti

Serena, il cane infermiera che aiuta i bambini

Il cane Serena, un Basset Hound, fa da infermiera ai bambini all'ospedale pediatrico di Firenze, accompagnandoli nel corso delle loro terapie, dando loro un incredibile sostegno.

Natura e Animali
Pubblicato il 6 luglio 2018, alle ore 22:25

Mi piace
14
1
Serena, il cane infermiera che aiuta i bambini

A Firenze, all’ospedale pediatrico di Santa Maria Annunziata, sono state aperte le porte ad un operatore sanitario molto particolare: Serena. Niente di strano dal nome, se non fosse che l’infermiera in questione sia un Basset Hound.

Serena è molto speciale, per rimarcare questo fatto, anche per lei, non manca una divisa con camice bianco come ogni infermiere di questo ospedale. Questo abito le calza (abbastanza) a pennello mentre due volte al mese viene a fare visita agli ospiti della struttura, bambini che hanno subìto importanti interventi chirurgici e che rimangono in degenza da pochi giorni fino a qualche settimana di tempo.

Serena viene accompagnata in questo ospedale dalla sua responsabile ufficiale, Benedetta Fragorzi, la quale è una delle principali figure di questi reparti ospedalieri, mentre il cane appartiene all’Associazione “Il Poderaccio-Accademia Cinofila Fiorentina Asd”,  e a curare queste visite speciali è la presidentessa, la dottoressa Giovanna Carlini.

Il cane Serena ha dei compiti speciali e ben precisi da portare a termine quando visita le camere con i relativi piccoli ospiti: accompagnarli in sala operatoria durante gli interventi, creando un momento di sollievo a piccoli sofferenti che possono passare degli istanti difficili e di apprensione, per poi portarli fuori dal luogo dell’intervento insieme agli altri operatori sanitari.

Per i bambini è molto importante avere accanto a loro un cane, una figura “disinteressata” alle dinamiche clinico-sanitarie, che possa dare loro un sorriso e spensieratezza in istanti dove invece ci sono preoccupazione ed ansia a dominare la scena. Per il post-intervento, la presenza di Serena per allietare i piccoli degenti diventa quasi essenziale.

Il personale medico ed assistenziale si dichiara molto soddisfatto degli effetti positivi che sta portando questa iniziativa e spera che ci siano molte più occasioni durante ogni singolo mese per ospitare Serena, visto che i risultati ed il sollievo dei bambini sono molto positivi, per cui aumentare le presenze del cane infermiera è una necessità.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - L'esperimento messo in pratica all'ospedale pediatrico di Firenze dimostra che la presenza degli animali nelle corsie delle strutture sanitarie per bambini è necessaria per dare relax e spensieratezza ai piccoli pazienti che hanno altrimenti tensione e paura quando subiscono interventi più o meno invasivi. Perciò spero che siano molti gli ospedali d'Italia che adottino simili misure a favore dei malati più piccoli.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!