Iscriviti
Milano

Sdegno per l’uccisione di un cane da parte di un pensionato

Un pensionato di Pozzuolo Martesana (MI) uccide un cane con violenza, giustificando il suo gesto come conseguenza di un morso da parte dell'animale: la denuncia è scattata immediatamente.

Natura e Animali
Pubblicato il 11 settembre 2018, alle ore 20:07

Mi piace
19
0
Sdegno per l’uccisione di un cane da parte di un pensionato

A Pozzuolo Martesana, in provincia di Milano, un pensionato stava camminando nel proprio cortile di casa, svolgendo le abitudinarie attività casalinghe, quando un cane, un meticcio di taglia modesta, è entrato nella sua proprietà attraverso il cancello, che in quel momento era aperto, ed ha approfittato per visitare un nuovo luogo dove non era mai stato.

Il cane, infatti, era fuggito da casa sua ed i proprietari avevano già intrapreso le prime ricerche, senza trovarlo. Così il cane ha cominciato a girovagare per le vie della cittadina dell’hinterland milanese ed ha visitato in tutta libertà tanti luoghi inediti per lui, fino a giungere nel giardinetto del pensionato.

A questo punto accade la tragedia e tutto scompare dietro una “nebbia” nella quale non vede e non sente alcun testimone. Secondo la versione del pensionato, il cane lo ha morso all’improvviso e lui, per reazione, lo ha scagliato via, facendolo sbattere contro il selciato; così, per quanto dice l’uomo, il cane avrebbe trovato la morte, ma senza alcun intento volontario da parte sua.

I carabinieri hanno invece verificato i fatti osservando il corpo esanime del quattrozampe ed hanno contrapposto una versione ben diversa e molto più triste e crudele: l’uomo non ha segni evidenti sulla mano ed in quel giorno non ha fatto ricorso ad alcuna cura medica, mentre il cadavere del cane è stato trovato con molte ferite, tagli e contusioni che poco si giustificano con la versione del pensionato.

La proprietaria, che ha fatto intervenire le forze di polizia locale e, dopo il ritrovamento del cadavere della bestiola, anche i carabinieri, dapprima aveva denunciato la scomparsa, dopodiché ha agito per vie legali ed il pensionato è stato ufficialmente denunciato per maltrattamento sugli animali, accusa di cui dovrà rispondere nei prossimi mesi di fronte ad un tribunale.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Sempre più queste notizie trovano spazio e sempre più aumenta in me ed in tutti quelli che amano gli animali l'indignazione: la violenza verso di loro non deve essere praticata in alcun modo. Anche perché spesso, se non sempre, chi è cruento con gli altri esseri viventi, lo è anche con i suoi simili, quindi gli autori di questi delitti verso i nostri amici a quattro zampe vanno posti di fronte ad un tribunale per essere, eventualmente, condannati.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!