Iscriviti

Salva cane da un incidente a Montagnana: resi i punti della patente

Un automobilista è passato con il semaforo rosso per salvare la vita ad un cane che altrimenti avrebbe investito. A questa persona sono stati resi i punti della patente sottratti.

Natura e Animali
Pubblicato il 6 dicembre 2017, alle ore 19:18

Mi piace
18
0
Salva cane da un incidente a Montagnana: resi i punti della patente
Pubblicità

La persona protagonista in questione è Bruno Zampieron, un accalappiacani che lavora in Veneto, nella provincia di Padova. Il suo intervento è risultato decisivo per salvare la vita ad un cane molto sfortunato che ha passato dei momenti terrbili al centro di un trafficato incrocio stradale.

Lo scorso 24 aprile 2017, Bruno, che opera per conto della coop per gli animali Triveneta Multiservizi, ha ricevuto una segnalazione da Montagnana, in provincia di Padova, di un investimento multiplo subito da un povero cane nel mezzo di un incrocio ed è accorso sul posto. L’uomo non ha badato troppo a dove lasciare il suo furgone da lavoro e, per impedire che altri investissero la bestiola, ha posto il suo camion nell’incrocio, dove un registratore di infrazioni semaforiche Vista Red ha scattato diverse fotografie 

L’uomo è riuscito nel suo intento, ha stabilizzato il cane di modo da non subire altre fratture, lo ha caricato sul mezzo da lavoro e lo ha portato in uno studio veterinario per cercare di salvargli la vita, cosa che gli è riuscita. L’azione di Bruno, in qualche modo, però, è stata sanzionata: le foto all’incrocio gli sono valse sei punti sottratti dalla patente e 170 euro di multa.

La Triveneta Multiservizi ha pagato la multa, e questa non tornerà più indietro, ma Bruno ha fatto ricorso presso il giudice di pace e proprio oggi, dopo più di sette mesi, la buona azione ed il grande cuore di Bruno sono stati riconosciuti anche dal giudice, Marco Suttini, che ha restituito i sei punti sottratti dalla patente del signor Zampieron.

La vittoria di Bruno, a conclusione di questo iter giudiziario, è stata completa, perché da un lato il giudice gli ha riconosciuto l’eccezionalità del suo buon agire e, dall’altro lato, questa azione non è stata vana: il cane che ha soccorso si è completamente ripreso dall’incidente e vive in splendida salute.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Le persone che agiscono per fin di bene andrebbero sempre premiate: stavolta, quando la freddezza di un rilevatore di infrazioni semaforiche ha svolto la sua funzione, un uomo ha riconosciuto che quelle immagini valgono poco di fronte a quanto compiuto di buono. Così è andata per il signor Bruno e così dovrebbe sempre essere.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!