Iscriviti
Bari

Ruba un’auto ma non si accorge del cane, abbandona la vettura ma il cane fugge. Avviate ricerche

Vicenda grottesca nelle campagne del barese: un ladro ruba una vettura, ma quando si accorge della presenza di un cane la abbandona con lo scopo di farla ritrovare, scrive sul cofano una sorta di lettera di scuse e si dà alla fuga. Il cane, però, è riuscito ad uscire dal veicolo ed ora i proprietari lo cercano disperatamente.

Natura e Animali
Pubblicato il 13 marzo 2019, alle ore 01:04

Mi piace
17
0
Ruba un’auto ma non si accorge del cane, abbandona la vettura ma il cane fugge. Avviate ricerche

A Bitonto, cittadina nelle campagne della provincia di Bari, un cane è scomparso a causa di una vicenda grottesca, un fatto surreale che sembra frutto della mera fantasia. I ladri sono entrati in azione la sera precedente alla sparizione di Chicco, un cane di piccola taglia: i due malviventi hanno rubato l’automobile di un agricoltore, una Fiat Panda modello anni ’90 di colore verde acqua.

Nell’auto c’era però anche la povera bestiola, che deve aver creato non pochi problemi ai due malviventi, i quali non hanno potuto portare a termine la loro azione criminale. Mentre uno dei due ladri si è dato alla fuga, l’altro deve essere stato spinto da un gesto di bontà e di cuore e ha deciso di portare l’auto rubata in un posto in cui potesse essere facilmente ritrovata; il fatto particolare è che quest’uomo ha scritto sul cofano della vettura, con il pennarello, una sorta di lettera di scuse diretta al proprietario del cane.

Il messaggio riporta queste parole: “Scusami per quello che ti ho fatto, non avevo visto il cane, te l’ho fatto recuperare. Te lo lascio lento” – libero, nel dialetto della zona – “perchè non si faceva mettere il guinzaglio“. Tali accorgimenti non sono serviti però ad evitare la fuga del quattrozampe.

Del cane non c’era alcuna traccia: la bestiola sarà fuggita impaurita nelle ampie campagne della zona in cerca del suo padrone, senza trovare però la via di casa. Nei dintorni si trovano molte fattorie e masserie, nelle quali sono presenti cani di guardia di grossa taglia, per cui il cane Chicco potrebbe anche essere stato assalito da uno di questi.

I proprietari di Chicco ed i loro parenti hanno avviato le ricerche del piccolo, al quale sono molto affezionati, prodigandosi per gran parte delle loro giornate nelle distese pianeggianti. I proprietari hanno lanciato anche diversi appelli in cerca della collaborazione degli abitanti delle campagne, al fine di recuperare informazioni utili sui possibili avvistamenti del povero Chicco.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - La vicenda accaduta realmente nel Barese sembra una specie di favola di campagna con una morale e la speranza di un lieto fine. Il piccolo Chicco è scomparso, fuggito chissà dove nelle estese pianure coltivate. Tutta la popolazione della zona è stata allertata dai proprietari di Chicco, al fine di ottenere segnalazioni utili. Speriamo che tutto si concluda nel migliore dei modi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!