Iscriviti
Roma

Roma: scoperte a Ponte Galeria ossa del primo lupo d’Europa

Gli archeologi hanno rinvenuto i resti del primo fossile d'Europa, di 400000 anni fa, gli studiosi della Sapienza si sono ritrovati di fronte alle ossa del capostipite dei lupi, un antico canide ritrovato alle porte della capitale.

Natura e Animali
Pubblicato il 26 febbraio 2022, alle ore 10:08

Mi piace
1
0
Roma: scoperte a Ponte Galeria ossa del primo lupo d’Europa

Ascolta questo articolo

I paleontologi hanno fatto una scoperta sensazionale, alle porte di Roma infatti nella zona di Ponte Galeria sono state rinvenute ossa del cranio di un canide, appartenente ad un lupo di 400000 anni fa, gli studi sono stati condotti dai paleontologi del dipartimento di Scienze della Terra della Sapienza e della Statale di Milano.

I test effettuati hanno mostrato che si tratta della più antica forma di esemplare fossile di canis lupus, appartenente al Pleistocene. I risultati sono stati diffusi dalla rivista scientifica Scientific Report, Dawid A. Iurino, primo autore dello studio. ha spiegato che attraverso gli esami con la TAC, sono stati comparati alcuni canidi moderni come lo sciacallo ma nessuno mostra le stesse caratteristiche.

Ponte Galeria mostra molte risorse di giacimenti, e il terreno vulcanico è facilmente atto alla perlustrazione e sono stati fatti studi per datare il reperto, precedentemente in Francia erano stati rinvenuti reperti di 300000 anni fa, quindi quello refertato a Roma resta il più antico ritrovato in Europa.

La zona del Municipio XI della capitale è una delle località paleontologiche più ricche d’Italia, il cranio fossile come risalente al periodo preistorico del Pleistocene Medio, quando nel mondo è apparso per la prima volta l’homo erectus. è la scoperta più importante degli ultimi tempi. cambiamento climatico ebbe una forte ripercussione sugli ecosistemi terrestri, favorendo probabilmente la diffusione di nuove specie in Europa, tra cui il lupo.

Il lupo fa parte della storia millenaria di Roma dai tempi di Romolo e Remo e della lupa capitolina e questa nuova analisi dimostra come esso faccia parte del folklore e della cultura popolare del nostro paese, in particolare restano ancora dibattiti aperti da parte della comunità scientifica su questo predatore che fa parte della nostra storia da secoli infatti il lupo è il simbolo della biodiversità e delle foreste del continente.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Martina Capit

Martina Capit - Una scoperta sensazionale ma si sa Roma è piena di meraviglie e chissà cos'altro c'è nelle fondamenta che aspetta solo di essere scoperto, sono informazioni che danno lustro alla nostra città, e fanno scoprire qualcosa in più della storia millenaria che fa parte anche della natura degli animali preistorici antichi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!