Iscriviti

Repubblica Ceca, un cane scava nel terreno e trova un tesoro

L'incredibile accadimento è avvenuto in Repubblica Ceca. Un cane deve aver percepito qualcosa di strano, ha scavato nel terreno a lungo ed ha trovato un particolare tesoro dal valore inestimabile.

Natura e Animali
Pubblicato il 25 settembre 2018, alle ore 20:21

Mi piace
15
0
Repubblica Ceca, un cane scava nel terreno e trova un tesoro

Kostelecké Horky. Questo nome non dirà nulla, infatti è un piccolo paese di campagna, nella Boemia settentrionale, in Repubblica Ceca. In un luogo come altri in tutto il mondo, un cane ed il suo padrone stavano facendo una passeggiata in una giornata di sole, quando il quattrozampe si è diretto di corsa verso l’angolo di un prato. Il cane, di nome Monty, pareva al suo padrone che stesse andando a fare i propri bisogni, ma il quadrupede domestico ha iniziato a scavare con foga e furia nel terreno, come se fosse stato attratto da qualche odore particolare.

Il signor Frankota lo ha lasciato fare, curioso di cosa il cane avesse mai trovato lì sotto; una volta avvicinatosi ha intravisto degli oggetti metallici che sbucavano dal terreno. Punte di falci, estremità di falcetti, di lance e di braccialetti: tutti oggetti ancora ben conservati, quindi Frankota ha pensato a degli oggetti di qualche decina di anni prima, portandoli al Museo e galleria delle montagne Orlické.

Quando gli esperti hanno esaminato gli oggetti da vicino, hanno subito compreso che il cane Monty aveva messo a segno un colpo da vero archeologo, o da tombarolo, come lo vogliate chiamare, avendo infatti rinvenuto tredici falci, due punte di lancia, tre asce e alcuni braccialetti in bronzo, che risalivano addirittura ad una età altomedievale o inferiore addirittura all’anno zero.

Il fatto che ci siano così tanti oggetti in un unico posto è quasi sicuramente legato ad un atto di onorabilità, molto probabilmente ad un sacrificio di qualche tipo. Ciò che ci ha particolarmente sorpreso è che i manufatti erano integri ed in buone condizioni, cosa che ne aumenta il valore storico“. Martina Bekova, la responsabile del museo, rende appieno l’idea del valore inestimabile della scoperta del cane Monty.

Oltretutto, secondo la Bekova, in quel luogo il terreno deve aver subito molte stratificazioni ed è probabile che più in profondità ci siano ancora più oggetti ed anche un qualche genere di fondamenta di costruzioni o di tombe; il singolare fatto ha ufficialmente avviato una campagna di ricerca in zona con i metal detector, una stagione di scavi, dunque, nello sperduto villaggio di Kostelecké Horky.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Scopriamo quindi che i cani possono essere anche dei validi tombaroli o archeologi di fama, a seconda delle loro intenzioni. Non posso comprendere come questo cane Monty abbia potuto mettere a segno un colpo di così grande portata storica; deve aver percepito qualcosa, forse con il suo fiuto straordinario. Quel che è certo è che grazie a lui ed al suo proprietario, Frankota, il villaggio di Kostelecké Horky, almeno per alcune settimane, non sarà più un villaggio sconosciuto della Boemia settentrionale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!