Iscriviti

Pet therapy in aeroporto per chi ha paura di volare

L'aeroporto inglese di Southampton sta utilizzando la per therapy per i passeggeri che hanno timore di volare. Una bella iniziativa che sta riscuotendo un certo successo.

Natura e Animali
Pubblicato il 19 gennaio 2020, alle ore 19:46

Mi piace
11
0
Pet therapy in aeroporto per chi ha paura di volare

È cosa nota che i nostri amici animali abbiano un sacco di qualità e che la pet therapy sia già applicata con successo in diversi campi, ma l’aeroporto internazionale di Southampton, nel sud dell’Inghilterra, è tra i primi ad aver introdotto questa bella novità. Grazie al supporto della Therapy Dogs Nationwide, quattro cani ben addestrati e i loro rispettivi conduttori passeggiano per l’aeroporto salutando i passeggeri e accompagnando i più nervosi sino all’imbarco sull’aereo.

Una bellissima iniziativa che, dopo diversi mesi di prova effettuati nel 2019, ha visto la piena adozione da parte dello scalo aeroportuale. Anche i passeggeri hanno accolto la novità a pieni voti, anche perché solitamente l’uso della pet therapy è destinata ad altri ambienti.

Il capo delle operazioni aeroportuali, Simon Young, ha espresso la sua approvazione del progetto rendendo permanente la presenza dei cani. Dopo lo scalo di Aberdeen, Southampton è il secondo del paese che ha approvato il progetto. Anche negli Stati Uniti erano state avviate iniziative in questo ambito ed è notizia incoraggiante che altri Paesi ne abbiano seguito l’esempio.

La paura di volare è un problema molto ampio che coinvolge milioni di persone. Negli ultimi anni le compagnie aeree organizzano incontri volti alla familiarizzazione dei passeggeri con tutte le dinamiche del volo. L’aerofobia è una patologia vera e propria, nonostante sia statisticamente provato che l’aereo è uno dei mezzi di trasporto più sicuri al mondo.

I cani utilizzati riescono a coadiuvare la calma nelle persone più agitate, permettendo loro di affrontare il viaggio con più consapevolezza. Ovviamente il cane viene utilizzato solo in alcuni giorni della settimana, seguendo orari specifici, in modo da non affaticare l’animale.

L’applicazione della pet therapy negli aeroporti è una soluzione che troverà probabilmente molte richieste. La seconda non meno importante utilità di questo servizio è la raccolta di fondi per le varie associazioni pro animali, che permetteranno ai passeggeri di conoscere e condividerne le iniziative.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Luca Calegaro

Luca Calegaro - I benefici della per therapy sono ormai ben riconosciuti. I cani vengono già utilizzati con successo negli ospedali e nella cura delle depressioni. Spero fortemente che queste attività diventino sempre più frequenti perché negli aeroporti transitano milioni di persone all'anno. Potrà magari succedere che qualche passeggero perderà il volo per aver dato una carezza di troppo ma, come per ogni situazione, esiste sempre il rovescio della medaglia.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!