Iscriviti

Parlare al cane aiuta a migliorare il rapporto con lui

Parlare con il cane non è solo una forma per cercare di immedesimarsi in lui e trattarlo come fosse una creatura che ci comprende completamente, aiuta a rendere il rapporto con lui migliore in tutti i sensi.

Natura e Animali
Pubblicato il 9 marzo 2018, alle ore 22:47

Mi piace
22
0
Parlare al cane aiuta a migliorare il rapporto con lui

Ogni genere di conversazione che si può intrattenere con il nostro cane, come chiedergli come sta, assegnarli complimenti ed aggettivi di affetto e chiamarlo con il proprio nome non sono solo delle forme di immedesimazione nei suoi panni ed una richiesta di comprensione che lanciamo a lui nei vari momenti della giornata.

L’università di York, nel Regno Unito, ha messo in atto uno studio preciso su questo tema, osservando le conversazioni che noi esseri umani intratteniamo con i cani che ci accompagnano nella vita di tutti i giorni. I risultati sono straordinari, ma non nel modo che si possa pensare comunemente.

Parlare con il cane non aiuta la bestiola a capire meglio quello che diciamo per fargli dare una risposta a noi “comprensibile”, ha una funzione forse più importante: aiuta a migliorare il rapporto con lui, parlare fa bene per aumentare l’intesa e l’affetto che lega la persona umana con il quattro zampe.

Comunque, non è del tutto errato asserire che parlare con il cane con frasi amorevoli serva a qualcosa: infatti una grossa fetta di questo studio è stata legata anche a questo discorso, mettendo in atto discussioni con il cane con frasi sensate verso di lui a confronto con soggetti che parlavano di vari generi di argomenti non legati all’affetto che si ripone verso il cane.

I risultati hanno dimostrato che parlando con il cane di lui e dimostrando amicizia e sensibilità verso di lui ha effetti positivi, mentre parlando di altro, il cane rimane indifferente: non si tratta di comprensione vera  e propria, ma il nostro amico animale comprende certamente i toni di affetto e di carineria che si ripongono verso di lui.

I cani sono più disposti all’interazione ed a seguire i padroni che intrattengono dei discorsi con loro rispetto a chi li lascia stare, una forma di ricambio per l’attenzione amorevole che noi umani spendiamo durante il corso del tempo nei loro confronti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - I cani da sempre comprendono i nostri stati d'animo e sanno quantificare l'affetto che noi esseri umani riponiamo nei loro confronti: questo studio lo conferma, il cane "ascolta" e comprende tra le parole i nostri stati d'animo, capisce nel corso del tempo quanta attenzione rivolgiamo verso di lui. Parlare non aiuta solo noi a sentirci più vicini a lui, ci lega maggiormente rispetto ad un atteggiamento taciturno ed il cane ricambia con maggiore partecipazione ed attenzione verso i propri proprietari.

Lascia un tuo commento
Commenti
Paolo Fois
Paolo Fois

12 marzo 2018 - 19:07:01

Io lo faccio sempre...abbiamo una buona intesa..con lui..!!

0
Rispondi