Iscriviti

Lilla come Hachiko: la storia commovente della gatta che ogni giorno attende la sua padrona

Da mesi Lilla si reca ogni giorno davanti al supermarket e si rannicchia davanti alle porte scorrevoli attendendo l'uscita della sua padrona, che purtroppo è morta.

Natura e Animali
Pubblicato il 23 settembre 2020, alle ore 15:49

Mi piace
9
0
Lilla come Hachiko: la storia commovente della gatta che ogni giorno attende la sua padrona

Tutti sappiamo quanto siano fedeli i cani, infatti sono definiti i migliori amici dell’uomo. Basti pensare ad Hachiko, il cane di razza Akita Inu, diventato simbolo di fedeltà in tutto il mondo e che ha ispirato il celebre film del 2009 “Hachiko – Il tuo migliore amico”. Sui gatti invece c’è sempre stata una nomea diversa. Si dice infatti che siano solitari ed indipendenti e difficilmente si affezionano ai loro padroni allo stesso modo dei cani.

Tuttavia a San Marino vive la gatta Lilla che sembra stia seguendo le orme del leggendario cane giapponese Hachiko. La gattina infatti da mesi passa le sue giornate davanti ad un supermercato dove andava insieme alla sua padrona, che purtroppo non c’è più. Dopo la morte della sua padrona, Lilla è stata adottata da una nipote della donna, quindi avrebbe una casa, cibo e compagnia. Nonostante questo, Lilla preferisce vivere come una randagia e passa le sue giornate rannicchiata davanti alle porte scorrevoli di quel supermercato, che ai tempi frequentava insieme alla sua padrona.

Lilla ogni giorno si mette lì e aspetta chi purtroppo non uscirà mai. La storia di questa nostalgica gattina è stata notata da un passante che non ha potuto fare altro che associare la sua storia a quella di Hachiko, che attendeva ogni giorno il suo padrone alla stazione, anche dopo la sua morte.

“Lilla vive nella nostalgia del passato”– afferma Andrea Magnani, autore del post che ha permesso a molti di conoscere la storia di Lilla – “L’ha adottata la nipote della sua padrona che è morta. Hanno provato anche a portarla a casa, ma lei vive così, davanti all’alimentari, e si aggira nei paraggi fra bar ed altri negozi adiacenti”.

La gattina si lascia accarezzare dai passanti ma non si prende più cura del suo pelo come farebbero gli altri gatti. Ha uno sguardo malinconico e vive nella nostalgia del passato, ricordando la donna che per 11 anni ha fatto parte della sua vita e che adesso non c’è più.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Ivana Currao

Ivana Currao - Onestamente se ripenso al film di Hachiko mi viene una grande commozione. Mi meraviglia il fatto di quanto possano essere fedeli e affettuosi gli animali, è veramente incredibile quanto possano soffrire dopo la morte dei loro proprietari. Da parte di un gatto non me lo aspettavo proprio perchè li vedo così fieri e indipendenti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!