Iscriviti

Lega il cane ad un masso e lo getta nel fiume, una sconosciuta si tuffa nelle acque e lo salva

In Inghilterra una donna ha legato il cane ad un masso e l'ha gettato nel fiume per ucciderlo. Una sconosciuta che passava ha visto il cane in difficoltà e si è lanciata in acqua, salvandogli la vita.

Natura e Animali
Pubblicato il 28 novembre 2020, alle ore 23:31

Mi piace
8
0
Lega il cane ad un masso e lo getta nel fiume, una sconosciuta si tuffa nelle acque e lo salva

Una donna inglese di nome Charlene Latham ha commesso un atto ignobile nei confronti della cagnolina che aveva a fianco da 10 anni. La donna ha legato Bella, una pastore belga di 10 anni, ad un masso e l’ha gettata nel fiume, con il chiaro intento di farla morire affogata.

Fortunatamente per Bella, una buona samaritana è capitata per caso e le ha salvato la vita, gettandosi nelle acque gelide per tirarla fuori. Il nome della eroina della vicenda è Jane Harper, che non ci ha pensato due volte a tuffarsi nel fiume Trent in località di Farndon, nel Nottinghamshire, per aiutare la cagnolina legata al masso.

Jane stava facendo una passeggiata in compagnia di una amica che ha notato che c’era un cane in difficoltà in acqua. Bella continuava a emergere e a tornare sottacqua, nel tentativo estremo di sopravvivere allo spietato gesto della padrona e sfuggire alla terribile morte che le era stata destinata.

Jane ha raggiunto Bella nel fiume ed ha provato trascinarla senza successo. La donna ha raccontato: “L’acqua era molto fangosa, non riuscivo a tirarla fuori. Poi ho visto la corda legata alla sua zampa, una corda blu che era legata a qualcosa di sommerso che non riuscivo a vedere.” La donna ha quindi provato a  mettere le braccia sotto la cagnolina per sollevarla. “Immagino che abbia combattuto tantissimo per tenere il muso fuori dall’acqua“, ha dichiarato Jane, concludendo: “Chi ha potuto farle questo?”.

La polizia è riuscita a rispondere alla domanda di Jane grazie al microchip di Bella, che ha svelato il nome e l’età della pastore belga e ha consentito di risalire all’identità della padrona, che ha poi confessato di avere legato la cagnolina al masso e di averla gettata in acqua. Charlene si è dichiarata colpevole davanti al giudice e la sua udienza è fissata per il prossimo 8 marzo. Nel frattempo Bella è stata portata in una clinica veterinaria e la polizia conferma che le sue condizioni di salute sono buone e che è adesso in ottime mani.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Lo sguardo vuoto di questa cagnolina è devastante, è lo sguardo di qualcuno che è stato profondamente ferito dalla persona che più amava al mondo. Non le bastava abbandonarla dopo dieci anni, voleva anche farla morire facendola soffrire. Personalmente la punirei nello stesso modo in cui lei ha trattato il cane, con corda, masso e fiume, vediamo come lo trova divertente.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!