Iscriviti

La telecamera riprende quest’albero per un anno: le stupende immagini del Parco nazionale d’Abruzzo

A prima vista sembrerebbe solo un faggio...ma non appena vedrete le immagini riprese dalla telecamera del parco non potrete che restare affascinati...

Natura e Animali
Pubblicato il 23 maggio 2018, alle ore 12:14

Mi piace
2
0
La telecamera riprende quest’albero per un anno: le stupende immagini del Parco nazionale d’Abruzzo

Soprattutto coloro che sono immersi quotidianamente nelle giungle di cemento delle grandi metropoli tendono a dimenticare la bellezza e la magia del regno naturale, le sue tante sfaccettature che rendono anche la cosa più semplice un vero e proprio esempio di perfezione.

Lo sanno bene Bruno D’Amicis e Umberto Esposito che hanno realizzato un filmato apparentemente molto semplice e banale ma che racchiude in pochi minuti il grandissimo capolavoro di Madre Natura, un filmato che merita di essere guardato fino all’ultimo secondo.

Il filmato inizia con le riprese di un albero, e per tutto il tempo sarà il faggio a fare da sfondo al susseguirsi delle diverse specie di animali che entrano in scena (fra cui lupi, cinghiali, cervi, volpi e orsi) nel corso dei 365 giorni di un anno.

Si tratta di immagini straordinariamente potenti nella loro semplicità. “Quattro stagioni che scorrono attorno a un importante crocevia di odori, segnali e messaggi lasciati quotidianamente dalla straordinaria fauna dell’Appennino” queste le parole di alcuni addetti del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

All’interno del parco sono tanti gli alberi “dove deporre le proprie uova o trovare un rifugio sicuro; alberi su cui cercare il cibo o, più semplicemente, grattarsi e lasciare così una traccia del proprio passaggio” hanno poi aggiunto.

Immagini autentiche che mostrano le tante sfaccettature di un mondo naturale che in tanti non riescono più ad immaginare, scene di una bellezza particolare che possono essere catturate solo in pochi angoli della Terra e fra questi vi è proprio il Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Fonte video: www.forestbeat.it www.parcoabruzzo.it

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!