Iscriviti

Ispirati dalla natura: La lingua del gatto

Lo studio della lingua del gatto è riuscito a stimolare la mente di brillanti ricercatori che attualmente stanno sviluppando nuovi metodi per la pulizia di superfici ispide e pelose.

Natura e Animali
Pubblicato il 16 dicembre 2020, alle ore 21:10

Mi piace
3
0
Ispirati dalla natura: La lingua del gatto

Anche se non vanno dal parrucchiere, i nostri amici gatti non si trascurano e hanno sempre il pelo pettinato e pulito.

Qual’è il loro segreto?

Si avete indovinato, il loro segreto è la lingua. La lingua del gatto è diversa da quella degli altri animali domestici, come ad esempio quella del cane, del furetto, del criceto, del camaleonte è così discorrendo.Viene da chiedersi:Come è fatta la lingua del gatto?La lingua dei nostri amici a quattro zampe si divide in tre parti diverse. C’è la parte che si chiama radice, il corpo e infine la punta. Viene da chiedersi:

Come è fatta la lingua del gatto?

La lingua dei nostri amici a quattro zampe si divide in tre parti diverse. C’è la parte che si chiama radice, il corpo e infine la punta.In definitiva i gatti riescono a pulirsi così bene perché la loro lingua è fatta in un modo straordinario, degno di nota, questo speciale organo muscolare viene impiegato dal gatto come speciale attrezzo per il 24 per cento del loro tempo. Questa dedita passione gli permette di apparire sempre pulito e nel massimo splendore della sua pelliccia.

Lo sapevate?

La lingua del gatto è ricoperta da circa 300 papille, queste papille somigliano a piccoli uncini, sono fatti di cheratina e sono rivolti all’indietro, come un’unghia sono rigidi e flessibili allo stesso tempo. Ognuna di queste papille raccoglie all’interno di un incavo la saliva e questo succede ogni volta che il gatto ritira la lingua nella bocca. Quindi ogni volta che il gatto si lecca, queste papille passano attraverso i peli conferendo idratazione e morbidezza. In questo modo ogni giorno il nostro amico gatto riversa diversi millilitri di saliva sulla pelle e sulla pelliccia.Questa saliva contiene degli enzimi che eliminano con efficacia gli agenti contaminanti. Nel contempo quando la saliva evapora provoca l’abbassamento della temperatura corporea e questo è essenziale visto che il gatto ha poche ghiandole sudoripare. Ma un’altra domanda è questa:

Cosa succede se la lingua incontra un nodo?

Se la lingua viene a contatto con un nodo, applicando la giusta forza il gatto spinge queste papille ancora più a fondo nella pelliccia e questo gli permette di sciogliere il nodo abilmente, nel contempo in modo del tutto naturale le estremità delle papille conferiscono uno stimolante massaggio alla pelle.

A cosa ha portato l’attenta osservazione e lo studio della lingua del gatto?

L’attenta osservazione di questo meraviglioso muscolo ha portato i ricercatori a realizzare una spazzola speciale, che pettina con più delicatezza di una spazzola tradizionale e districa anche i nodi più difficili da sciogliere. Inoltre questa spazzola può essere pulita facilmente e difficilmente si spezza. Sempre ispirandosi alla lingua del gatto sono state pensati nuovi sviluppi tecnologici che permetteranno di migliorare i metodi per pulire superfici ispide e pelose, si pensa anche che lo sviluppo di questo studio possa migliorare i metodi applicativi di lozioni e farmaci su pelli ricoperte di peli.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Cicala

Emanuele Cicala - Anche se siamo estremamente fiduciosi, non possiamo affermare che i ricercatori riescano a riprodurre uno strumento tanto efficace come la lingua del gatto. Quello che però sappiamo con certezza è che attraverso l’osservazione della natura non si smette mai di imparare e progredire nella conoscenza. Come sempre la natura continuerà a regalarci straordinari incipit per scrivere il futuro.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!