Iscriviti

In Scozia è stata trovata la prima impronta di dinosauro

In Scozia è stata trovata una nuova impronta risalente alla famiglia dei Sauropodi, dei dinosauri erbivori che, con il lungo collo, potevano arrivare fino ad 80 metri di altezza.

Natura e Animali
Pubblicato il 21 agosto 2018, alle ore 20:33

Mi piace
7
0
In Scozia è stata trovata la prima impronta di dinosauro

Le impronte di dinosauro sono state trovate per la prima volta in alcune rocce della terraferma in Scozia. Ad affermarlo è un importane paleontologo, il dott. Neil Clark, vicepresidente della Geological Society di Glasgow, che ha scoperto le impronte in una località costiera nei pressi di Inverness.

Precedentemente, impronte di dinosauri sono state registrate solo su Skye, un’isola scozzese. I nuovi fossili potrebbero essere stati lasciati da diversi dinosauri nell’era giurassica circa 170 milioni di anni fa. L’ubicazione precisa della scoperta non è stata resa pubblica per consentire ulteriori ricerche sul sito. Il dottor Clark, che è curatrice di paleontologia al Museo Hunterian di Glasgow, ha dichiarato: “Ho spesso lamentato il fatto che i dinosauri non siano stati trovati altrove in Scozia, ma ora ho scoperto alcune nuove impronte di dinosauri in un luogo completamente diverso“.

Dinosauri in Scozia, le impronte

Il dottor Clark, ha aggiunto: “Provengono da una parte completamente nuova della Scozia per i dinosauri e aiuteranno in modo significativo la nostra comprensione dei dinosauri di quell’età in Gran Bretagna“. Il sito vicino a Inverness contiene impronte fossili che si pensa provengano da diversi tipi di dinosauri.

La dimensione delle orme sollevate che siano stati lasciati da un membro della famiglia dei dinosauri sauropodi, enormi erbivori a quattro zampe con colli lunghi e sottili che si ergevano fino a 18 metri di altezza. Il dottor Clark ha lanciato una campagna di crowdfunding per raccogliere 5.000 sterline necessarie per disegnare una mappa delle orme dei dinosauri in tutta la Scozia. I soldi saranno usati per comprare un drone. I ricercatori dell’Università di Edimburgo parteciperanno al progetto di ricerca.

Il dottor Clark ha fatto la sua scoperta dopo aver partecipato a una conferenza a Inverness a marzo. Decise di camminare lungo la costa e notò impronte di dinosauri sulla battigia. Ha detto: “Ero molto emozionato, conoscevo subito il significato della scoperta“. Circa 170 milioni di anni fa, poco dopo che il supercontinente Pangea cominciò a disgregarsi, la terra che ora è l’isola di Skye faceva parte di una piccola isola subtropicale. Fino alla nuova scoperta, Skye era l’unico posto in Scozia dove erano state trovate testimonianze di dinosauri. Ha oltre il 10% delle specie di dinosauri del Giurassico medio del mondo e oltre il 15% dei siti dei dinosauri del Giurassico medio.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - È sempre affascinante il mondo dei dinosauri. Soprattutto quando si ha la possibilità di vedere l'effettiva maestosità di quegli animali, anche solo attraverso le impronte. L'archeologia è un mondo a parte che consente di tornare indietro nel tempo semplicemente avendo a disposizione quel po' di tracce lasciate dai millenni precedenti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!