Iscriviti

In Gran Bretagna nasce il primo orso polare dopo 25 anni, ma il destino è crudele

Nel Regno Unito, dopo 25 anni, è avvenuto un fatto quasi storico: in un bioparco è nato un orso polare e questo ha destato le attenzioni di tutti per questo dolcissimo cucciolo, ma il destino ha voluto per lui una sorte che potrebbe essere fatale.

Natura e Animali
Pubblicato il 10 gennaio 2018, alle ore 11:16

Mi piace
19
0
In Gran Bretagna nasce il primo orso polare dopo 25 anni, ma il destino è crudele

In Gran Bretagna, precisamente in un parco della Scozia, il Highland Wildlife Park, è avvenuto un fatto che assume le sembianze di un piccolo fatto storico per il Paese di Sua Maestà: a 25 anni di distanza dall’ultima volta, è nato sul suolo dei regnanti inglesi un piccolo orso polare.

Il fatto ha trovato subito spazio su Internet e le foto di questo animale, dall’aspetto dolcissimo (almeno fino a quando non diventerà adulto), sono passate sotto gli occhi di tutti gli abitanti del Regno Unito e successivamente, con i social network, si sono diffuse in tutto il mondo, diventando una notizia di primo piano e tra quelle in maggior trend sulla rete.

Il problema è che dietro a questa notizia, che sarebbe bellissima, si nasconde un rischio enorme, frutto della selezione naturale e dei geni che Madre Natura ha fatto risiedere in tutti i membri della sua grande famiglia per permettere la sopravvivenza delle varie specie: pare che la madre, proprio per una scelta autonoma, possa scegliere di abbandonare il cucciolo.

La mamma orso, di nome Victoria, ha compreso che quell’aggeggio che si trovava nella sua tana era una telecamera di controllo e per prima cosa l’ha distrutta per mantenere la privacy durante le prime ore di vita dell’orso, quindi, a parte le prime foto scattate in tutta fretta, si sa molto poco: spesso le madri – orsi polare scelgono di abbandonare i figli o addirittura di ucciderli con le proprie zampe.

I guardiani del parco non vedono più il cucciolo e l’area recintata dedicata all’orso bianco è molto grande, quindi non è semplice comprendere dove sia il piccolo, ma non è tutto: anche un altro pericolo incombe sul cucciolo, perché nella prima settimana di vita i piccoli di orso polare sono quasi privi di difese immunitarie e quindi sono esposti a ogni genere di malattia.

Il personale del parco scozzese è molto preoccupato ed attende lo sviluppo degli eventi all’interno dell’area delimitata di mamma orsa Victoria, sperando che da un giorno all’altro sbuchi fuori il musino del cucciolo di orso polare, il quale con certezza attirerebbe molti visitatori al bioparco scozzese e desterebbe ulteriore curiosità in tutto il mondo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Il cucciolo di orso polare del parco scozzese potrebbe purtroppo avere le ore contate: due pericoli lo insidiano, l'abbandono della madre e l'esposizione a tutte le malattie. Certo che un orso polare cucciolo è tenerissimo e dolcissimo e può attirare decine di migliaia di visitatori, come avvenne anni fa in Germania con l'orso bianco Knut. La cosa primaria a cui penso, messa da parte l'esposizione mediatica, è la speranza che la madre faccia la scelta giusta, che lo allatti, lo protegga e lo faccia crescere per dargli un'infanzia gioiosa.

Lascia un tuo commento
Commenti
Rita Serretiello
Rita Serretiello

12 gennaio 2018 - 14:32:27

Credo che il pericolo maggiore per il cucciolo sia appunto che la madre lo uccida, se verrà abbandonato credo che gli esperti del parco lo alleveranno. Per quanto riguarda le difese immunitarie, credo che potrà cavarsela anche da solo visto che in natura se la cavano così.

0
Rispondi