Iscriviti

Il mostro di Loch Ness? È un’anguilla gigante

Secondo gli scienziati, se esistesse effettivamente il mostro di Loch Ness, effettivamente sarebbe un'anguilla gigante, secondo le ricerche effettuate dagli scienziati.

Natura e Animali
Pubblicato il 7 settembre 2019, alle ore 15:13

Mi piace
5
0
Il mostro di Loch Ness? È un’anguilla gigante

Secondo gli scienziati il mostro di Loch Ness non è altro che un’anguilla gigante. Questa è la nuova teoria sviluppata da scienziati provenienti dall’Università in Nuova Zelanda. Lo studio ha visto la scoperta di ben 3000 specie di animali marini sul fondo del lago e la maggior parte di esse sono di dimensioni abbastanza contenute. Le ipotesi, però, di poter avere sul fondale delle anguille dalle dimensioni fuori dal normale non sono escluse.

Questa nuova teoria sull’anguilla potrebbe giustificare gli avvistamenti registrati nel 1933, quando il corriere di Inverness definì quello che aveva visto come uno strano spettacolo. Negli anni a seguire sono state molte le persone che dicono di averlo visto, al punto che nel 2003 la BBC aveva deciso di investire in una costosissima ricerca che non ha prodotto alcun tipo di risultato.

Il mostro di Loch Ness: qual è la verità?

Le analisi del DNA delle anguille ha lasciato particolarmente scettici gli scienziati. Riporta uno di essi, infatti, che quanto raccolto non sanno se si tratta di un’unica anguilla gigante o di tante anguille piccole. La tesi che potrebbe confermare la possibilità di un’anguilla gigante nasce dal fatto che questi animali preferiscono crescere di dimensioni anziché riprodursi.

Tuttavia, il problema persiste: nessuna anguilla dalle dimensioni giganti è stata mai trovata. Una delle leggende narra che si tratterebbe di un dinosauro a tutti gli effetti sopravvissuto all’estinzione, ma si tratta appunto di una leggenda. Le ricerche hanno visto il prelievo dalle acque di Loch Ness di ben 250 campioni a diverse profondità e il DNA che si avvicinava di più a quello dei dinosauri era quelli di rane e rospi.

Lo studio effettuato nel lago di Loch Ness sarà caricato su server pubblici in modo che tutti potranno andare a leggere quanto effettivamente scoperto in queste analisi con l’elenco di tutte le specie di animali presenti nel lago.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - Il mostro di Loch Ness: avevo già ipotizzato che non potesse esistere nulla del genere, tuttavia il fascino delle leggende e di quelle storie che non trovano né dati concreti, né smentite, è sempre esasperato. A questo punto, anche i turisti dovranno smetterla di dire a tutti di aver visto il fatidico mostro.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!